TIPS&CHIPS | Online la guida per disegnatori scaricabile gratuitamente

“Il chiaroscuro può essere concepito come la dinamica nella musica”

da “Tips&Chips. Consigli gustosi per disegnatori golosi, pag. 18, par. 5 – Coloratura e tratteggio”.

foto guida web

Questo e altri consigli gustosi sono contenuti nella speciale guida che abbiamo preparato per voi. Pratica, leggera, responsive, gratuita. Consultala facilmente su tutti i device come computer, tablet e smartphone. Portala con te ovunque questa estate, e non perderai un giorno per migliorare la tua tecnica!

Scaricala subito cliccando a questo link: http://www.24hdrawinglab.com/scarica-la-guida-gratuita.html o cliccando sull’immagine 🙂

Buona lettura!

IL TRAINING DEL DISEGNATORE

P_20170204_194708_1.jpg

Esercitarsi esercitarsi esercitarsi.

Esercitarsi… Esercitarsi… ESERCITARSI 🙂 La pratica costante è sempre l’origine di tutti i miglioramenti. Testare con la propria esperienza quali risultati siamo in grado di ottenere in breve tempo e con degli esercizi mirati, ci aiuta a migliorare la nostra auto immagine e ad ottimizzare il tempo che dedichiamo alla pratica di una disciplina specifica, non solo il disegno. In questo modo investiremo il nostro tempo in esercizi brevi ma molto mirati, al fine di potenziare le nostre capacità, evitando gli allenamenti frustranti, stancanti e dispersivi che durano troppo tempo. Chi ha frequentato 24H Drawing Lab ha avuto modo di confrontarsi con degli esercizi tecnici molto mirati – talvolta un po’ bislacchi – scoprendo quanto tornassero utili quelle informazioni durante la realizzazione di un chiaroscuro, o nelle proporzioni. Tutto ciò verrà naturalizzato, ad una certa distanza dal corso, e sarà con voi anche quando non avrete le vostre matite in mano. Ricordate che il disegno fa parte delle memorie legate al corpo: non potrete mai scordare come si va in bicicletta una volta che avrete imparato!

Relax… Relax… RELAX 🙂 Non solo la pratica è importante. In ogni disciplina, dall’arte alla musica, come nello sport, sapere quando fermarsi è necessario al fine di non stressare le nostre risorse con fatica estrema e risultati insoddisfacenti. Ci siamo allenati fino allo sfinimento? E ora? Una buona idea è fermarsi, distendere un po’ le mani se avvertiamo una sensazione di dolore, respirare profondamente, e magari riprendere l’esercizio quotidiano il giorno seguente. E se dobbiamo consegnare un disegno? Magari abbiamo una scadenza! Allora l’ideale è intervallare l’applicazione con pause imposte, di circa una o due ore, in cui si svolge un’attività opposta allo star seduti (o dritti in piedi) davanti al cavalletto. Per esempio una bella camminata, una telefonata a un amico, una sosta al nostro bar preferito. Noterete come un momento di ristoro “mirato” sia vostro alleato nella buona riuscita di un disegno. Una sosta prolungata infatti ci consente di visualizzare un’inesattezza – una sproporzione, o una macchia nel chiaroscuro, per esempio – molto più velocemente di una ricerca spietata davanti al cavalletto. Pensateci! A volte sentire la stanchezza quando si è molto concentrati non è possibile. Come avrete notato, quando siamo immersi nel disegno a volte dimentichiamo anche di rispondere a un messaggio, bere un caffè o prendere una medicina in orario. Questo perché entriamo in uno stato mentale P_20170205_131722.jpgovattato grazie al piacere col quale ci dedichiamo a questa disciplina. Quando riconosciamo una certa difficoltà nel rendere dettagli che “normalmente sono facili per noi”, o più semplicemente quando il nostro disco preferito è finito di nuovo, ecco il momento di fermarci. Il punto è che il tempo non dovrebbe essere importante per noi, quando stiamo disegnando. È certamente importante se abbiamo un appuntamento dal medico, o se dobbiamo arrivare puntuali sul posto di lavoro. Ma nel disegno – come nelle attività creative in genere – dovremmo imparare a riconoscere le nostre sensazioni, e non i minuti sull’orologio. Riconosciamoci stanchi, affamati, carichi.P_20170205_165922_1.jpg

Condividere con gli amici i nostri traguardi, e comunicare con i nostri insegnanti e tutor le nostre perplessità, o i nostri scopi. Condividere oggi è una parola molto legata ai social e alla proliferazione di immagini inutili, tanto che abbiamo preso la tendenza ad associarla a sentimenti negativi, come l’inquinamento visivo proposto a dismisura attraverso tutti i mezzi a nostra disposizione. Al punto che forse, abbiamo perso il significato di questa splendida parola: condividere. Significa far entrare le persone che amiamo nel nostro mondo, accogliendo loro nei nostri sforzi. Ci amano, e saranno lì per incoraggiarci, sostenerci e chiederci anche qualche “verifica” sui nostri miglioramenti!

Incontrarsi infine, per chi condivide una passione è importante. Anche nella musica non si può suonare sempre soli, e lo stesso vale per il disegno. Incontrarsi è il modo migliore per essere costanti negli allenamenti, sviluppare nuove curiosità e scambiarsi informazioni che possono rivelarsi illuminanti. È un modo per restare in contatto con il mondo del disegno anche quando non si ha tempo per disegnare. Magari si può trascorrere un pomeriggio visitando insieme una mostra, confrontandosi su ciò che si è visto. Anche attività di questo tipo aiutano il disegnatore ad affinare la sua tecnica 🙂

P_20170204_095422.jpg

 

Tutte le immagini di questo articolo sono state realizzate durante la recente trasferta di 24H Drawing Lab a Zurigo, e sono state utilizzate per gentile concessione degli autori.

 

Disegni dal corso!

Ciao disegnatori!

In questi ultimi mesi c’è stato molto lavoro e non sempre ci è stato possibile pubblicare la gallery con le fatiche dei nostri studenti. Ma arrivati a questo punto, ci teniamo a ritagliare uno spazio per farvi avere un’idea di quanto lavoro ci sia stato. Iniziamo dall’esperienza svizzera: ecco per voi una (ristretta!) selezione dei lavori di questi giorni trascorsi oltre confine!

Vi ricordiamo che le prossime date di 24H Drawing Lab saranno a Roma, l’11-12/18-19 Marzo. Info e iscrizioni su: www.24hdrawinglab.com | s.spizzichino@gmail.com | 338 49 15 242

 

Gli Elementi del disegno, John Ruskin

“Osserva, all’esterno e all’interno di una comune tazza bianca, o di una ciotola, le ombre che ne evidenziano la curvatura e la cavità (se puoi procurarti delle porcellane bianche non smaltate, ti serviranno ottimamente come modelli), poi le ombre sulle pieghe dei panni bianchi, e sarai gradualmente portato a notare le transizioni più sottili della luce che aumenta o diminuisce sulle superfici piane. Infine, quando il tuo occhio si sarà affinato, vedrai le gradazioni del colore di ogni cosa in natura.

Ma non sarai in grado, ancora per un po’ di tempo, di disegnare oggetti che presentano gradazioni di tinta svariate e complesse; e non è certo un presagio infausto per i tuoi futuri progressi, né per l’uso che farai dell’arte, se il primo traguardo che ti proponi è un pezzetto di cielo. Scegli dunque una stretta porzione di cielo al tramonto che puoi vedere abitualmente, tra i rami di un albero o tra due comignoli, o nell’angolo della finestra che preferisci, e cerca di ombreggiare un pezzetto di carta bianca con la stessa gradualità del cielo – non con la stessa tenerezza, no, non puoi farlo senza colori, anzi nemmeno con essi, però lo puoi fare con la stessa gradualità; o almeno, se perdi la pazienza con le tue righe e le macchie d’inchiostro, nel guardare la bellezza del cielo sarai divenuto più consapevole di tale bellezza, e questa è cosa di cui essere riconoscenti.”

John Ruskin, Gli elementi del disegno.

LA LIBRERIA DEL DISEGNATORE

Cari disegnatori,

Kandinsky-photo1619.jpg

Nella foto Kandinsky nel suo studio.

Vi sarà capitato di avere qualche curiosità sui libri che non possono mancare nella vostra libreria. Ecco alcuni suggerimenti per arricchire le letture dedicate al meraviglioso mondo del disegno, scelti per voi tra i saggi e la manualistica. Ogni titolo vi indirizzerà al link di un distributore con prezzo migliore in commercio, e naturalmente alla relativa scheda informativa! Esistono libri per tutti i gusti… E per tutte le tasche 🙂

Buona lettura!

_

PUNTO LINEA SUPERFICIE, di Wassily Kandinsky.

SEI LEZIONI DI DISEGNO, di William Kentridge.

IL NUOVO DISEGNARE CON LA PARTE DESTRA DEL CERVELLO, di Betty Edwards.

DRAWING PROJECTS: An Exploration of the Language of Drawing, di Mick Maslen, Jack Southern.

FUN WITH A PENCIL, di Andrew Loomis.

DRAWING REALISTIC TEXTURE IN PENCIL (Inglese), di J. D. Hillberry.

FIGURE DRAWING: FOR ALL IT’S WORTH, di Andrew Loomis.

THE ELEMENTS OF DRAWING, John Ruskin.

THE NATURAL WAY TO DRAW: A WORKING PLAN FOR ART STUDY, by Kimon Nicolaides.

TRATTATO DELLA PITTURA, Leonardo da Vinci.

STRUTTURA UOMO 1, di Alberto Lolli, Mauro Zocchetta, Renzo Peretti.

OSSERVAZIONI SUL DISEGNO. IL DISEGNO E LA VOCE,  di Yves Bonnefoy.

ANATOMIA DINAMICA PER ARTISTA, di Burne Hogarth.

IL PENSIERO VISIVO, Rudolf Arnheim. (molto difficile da trovare, una chance è cercarlo usato o in biblioteca. Oppure provate alla Libreria Cicerone dove sono espertissimi nel trovare libri introvabili!)

DISEGNARE E CONOSCERE. LA MANO, L’OCCHIO, IL SEGNO, di Giuseppe di Napoli.

Prossime date corso di disegno: Gennaio, Febbraio, Marzo 2017

15781647_1223389424410895_5834011762154071747_n

Il 2016 di 24H Drawing Lab – http://www.24hdrawinglab.com

Ciao Disegnatori!

24H Drawing Lab sta per aprire i battenti di questo nuovo anno! Ecco le date dei primi tre mesi del 2017:

Roma, 7-8/14-15 Gennaio (4 gg)
Zurigo, 3-4-5 Febbraio
Roma, 17-18-19 Febbraio
Roma, 11-12/18-19 Marzo (4 gg)

Per info e iscrizioni inviate una mail a: s.spizzichino@gmail.com o chiamate il numero 338 49 15 242.

Visitate il nostro sito: www.24hdrawinglab.com per maggiori informazioni, o il nostro blog www.24hdrawinglab.wordpress.com per scoprire tutti i segreti del disegno!

Guardate qui la gallery con i disegni dei nostri studenti e scoprite cosa si può fare in 24 ore!

Le prossime città potrebbero essere:

Rimini-Milano-Napoli-Bari

Per info sui corsi fuori Roma e per organizzare il corso nella tua città: rivka.spizzichino@gmail.com o chiama il 339 43 65 053

24H Drawing Lab

Un corso intensivo di disegno per chi non ha alcuna  preparazione tecnica e vuole incrementare le proprie capacità in poco tempo, ma anche per esperti che vogliono approfondire metodi innovativi legati alla percezione visiva. Basato sul Metodo Edwards, aiuta a naturalizzare il disegnare come si è naturalizzata la guida o la lettura. Il corso dura 24 ore e ha un costo complessivo di 160,00 euro sviluppandosi durante il weekend. Sono previste sessioni agevolate di tre giorni consecutivi da otto ore ciascuno per i corsisti fuori Roma, convenzioni con B&B e corsi individuali. Il materiale viene interamente fornito e resta dello studente a fine corso. Inoltre, gratuitamente e in base alla disponibilità dei posti, si può partecipare ai corsi successivi per disegnare in compagnia e continuare a esercitarsi.Sono previste agevolazioni e sconti per gruppi, per un numero massimo di dieci partecipanti. Ideale anche per bambini dai nove anni in su!

I numeri di 24H Drawing Lab

Un sito visitato 25.000 volte solo nel 2016 e tra i dieci migliori siti legati al disegno (fonte: biglistofwebsite.com). Oltre 5.000 disegni realizzati, affrontati, revisionati, supportati. Un corso che è stato un vero e proprio training per studenti ammessi in accademie di prestigio quali RUFA – Rome University Of Fine Art, Accademia di Belle Arti di Roma, Scuola Romana dei Fumetti e Scuola di Scienza e Tecnica – sezione fumetto. Un’esperienza unica che ha consentito a chi non esercita professioni legate al disegno, di conoscerne i metodi e gli stratagemmi, e che ha formato gli oltre 50 disegnatori che hanno realizzato le Shadow Puppets per William Kentridge – Triumphs and Laments. Roma, Bergamo, Brera, Milano, Rimini, Pisa, Vinci, Prato, Catania, Genova, Bologna, Trapani, Trieste e inoltre Zurigo e Lussemburgo, le città da cui sono partiti i corsisti per frequentare 24H Drawing Lab.

Oh Oh Oh!

13-thomas-nast-santa-claus-granger

Con questo bel disegno dell’illustratore Thomas Nast*, vi auguriamo uno splendido Natale!

24H Drawing Lab continuerà nel 2017 il 7-8/14-15 Gennaio, il 3-4-5 Febbraio (a Zurigo!), il 17-18-19 Febbraio e l’11-12/18-19 Marzo . Tutti i giorni, sul nostro blog e sulla pagina Facebook 🙂

*Thomas Nast (1840-1902) è stato ideatore della versione di Babbo Natale così come la conosciamo oggi: panciona e barbuta😉