Ricominciare a disegnare

“Se senti una voce dentro di te che dice ‘non puoi dipingere’, allora a tutti i costi dipingi e quella voce verrà messa a tacere.”

V. Van Gogh

Recentemente qualcuno ci ha confessato il proprio timore nel ricominciare a disegnare, dopo molti anni che non si è nemmeno presa in mano una matita. E’ assolutamente comprensibile un po’ di esitazione iniziale, soprattutto perché molti di noi sanno bene cosa significhi la frustrazione di non veder arrivare sul momento i risultati sperati. Chi prima disegnava e poi ha avuto una pausa, magari di qualche anno, è forse ancora più titubante nel riprendere la matita, perché convinto di non essere più in grado, oppure di aver dimenticato come si fa.

“Di tutte le arti quella di saper vedere è la più difficile”

E. De Goncourt

Sarete contenti di sapere, che se da una parte è vero che l’esercizio fa moltissimo, è altrettanto vero e non meno importante, che nel disegno esistono dei problemi legati alla percezione visiva che una volta risolti, non possono tornare.

Questo significa (e siamo assolutamente certi di questo, tanto che al corso lo ripetiamo molto spesso) che nel disegno non si perde la mano, perché bisognerebbe prima di tutto perdere la facoltà della visione: se sapevate disegnare dieci anni fa, significa che la parte complessa l’avete già capita e oggi non siate affatto stupiti se vi scoprite a saper disegnare. Pensare e disegnare sono due attività estremamente connesse tra loro, e se la nostra mente ha imprato a elaborare dati visivi in maniera oggettiva e pertinente alla realtà, difficilmente non lo saprà più fare. In un vecchio articolo abbiamo focalizzato l’attenzione su come il disegnare sia un po’ come andare in bicicletta: conoscete al mondo qualcuno che, una volta imparato non è stato più capace di farlo?

Con questo articolo speriamo di poter dare motivazione a tutti quelli che si sono presi una pausa più o meno lunga dal disegno, invitandoli a riprendere in mano le matite senza alcun timore: tutto il resto è esercizio!

Annunci