Quando la creatività è indelebile

Pen-and-Ink-4f0709c5d9bd1_hires

Foto: pxleyes.com

Nell’anno che abbiamo appena salutato, avrai sicuramente avuto modo di conoscere “Inktober”, il mese dedicato al disegno a inchiostro che ha scatenato creativi da tutto il mondo: è sicuramente un segno molto positivo di come il disegno possa entrare nella nostra quotidianità non solo con i mezzi a noi più noti (matite, carboncini ecc..) ma anche con mezzi apparentemente meno indulgenti, come l’inchiostro.

Solo apparentemente, appunto, perché disegnare a inchiostro nasconde in realtà una serie di stimolanti e divertenti opportunità, che ti faranno completamente dimenticare l’assenza di una gomma da cancellare.

da75673d084bb702ced08fb9a2461250

Disegni con penna biro di Gaia Alari (Instagram: @gaia.alari)

Intanto posso dirti che in commercio esistono diverse tipologie di penne, pennini, pennelli che possono aiutarti, e certamente nei negozi di Belle Arti sapranno ben consigliarti tra comunissime (quanto versatili!) penne Bic, il potenziale delle quali puoi ammirarlo nella foto qui sopra nello sketchbook di Gaia Alari, ai pennini più sofisticati e ai prezzi più vari.

Ma quali sono i pregi immediati disegnare a inchiostro?

Reperibilità. Intendiamoci, ogni disegnatore ha i suoi gusti ed esprime la sua creatività con i mezzi più disparati, ma con l’inchiostro bastano una penna a sfera (la trovate davvero ovunque) e un pezzo di carta, per dar sfogo alla fantasia.

Non deperibilità. Puoi rassicurarti sulla durata nel tempo dei tuoi disegni a inchiostro e non solo: non impolverano come il carboncino e non svaniscono, in alcuni casi sarà necessario soltanto aspettare qualche minuto prima che si asciughino, ma la praticità è sostanziale.

Sapere che puoi sbagliare. Non hai una gomma: anziché entrare nel panico per questo, rilassati! E magari cerca delle situazioni che un po’ ti costringano alla scarsità di controllo, ad esempio in treno, o in autobus: nei mezzi in movimento non puoi padroneggiare pienamente la mano, e questo ti aiuterà a rinunciare al controllo, facendo pace con l’impossibilità di cancellare.

Incremento delle capacità. Dipende dall’uso che ne vuoi fare, ma se scegli di utilizzare l’inchiostro per forzarti alla concentrazione sappi che è un ottimo mezzo. Il mio insegnante di modellato al Liceo Artistico ci consigliava di disegnare buttando via la gomma, proprio perché la consapevolezza di avere uno strumento correttivo nelle vicinanze rischiava di farci abbassare la concentrazione in corso d’opera. Personalmente ho cambiato filosofia e con la gomma ci disegno a braccetto, tanto che anche al corso la usiamo continuamente, ma sei tu che scegli. 🙂

In conclusione, noi cerchiamo di garantire sempre qualche consiglio pratico per stimolare la creatività e già che ci sono colgo l’occasione per ricordarvi della nostra guida per disegnatori“Tips&Chips”, uscita nel 2017 e scaricabile gratuitamente (si, hai capito) sul nostro sito cliccando qui.

Un saluto a voi e alla vostra indelebile creatività!

Annunci

L’errore utile, l’errore divino

23456622_1525351437548024_6751175936187829374_o

Foto dal workshop di novembre – Archivio Fotografico 24H Drawing Lab 

Apriamo questo post con una buona notizia, ossia che nel disegno non esistono veri e propri errori, quanto piuttosto “aggiustamenti di tiro”: ogni cosa, infatti è in relazione costante all’altra e va da sé che aggiungendo elementi al disegno, potremmo aver bisogno di riequilibrare il tutto in un secondo momento, magari cancellando o aggiungendo, oppure spostando qualcosa, perché ciò che conta è, come diceva Policleto, l’armonia tra le parti, ed ogni cosa nel disegno si sposta e si muove sempre proporzionalmente al tutto.

Prima di addentrarci in questo post voglio anche rassicurarvi sul fatto che nel disegno, come del resto nella vita, esistono errori trascurabili ed errori sui quali è meglio intervenire. Detto questo, dal momento che l’errore ha da sempre avuto un’accezione perlopiù negativa, la domanda è: esiste nel disegno un errore che può esserci utile?

Nel disegno, possiamo volgere un errore in nostro favore?

Ho preso in considerazione i primi tre principi che mi sono venuti in mente, un po’ casuali in effetti, che possono aiutarci a fare di vizio una virtù, abbassando notevolmente il carico di ansia che può circondare la paura di sbagliare. Vediamoli:

La casualità. Bisogna ammettere che certi miracoli avvengono proprio per caso. Nel disegno succede quando ci rendiamo conto che qualcosa di totalmente inatteso ha preso una forma interessante per pura casualità. C’è chi considera errore qualcosa che semplicemente non è andato secondo le sue aspettative ed è disposto a cancellare un buon risultato inseguendo l’idea originale. Invece mostrarci flessibili davanti a un disegno è una cosa che può arricchirci moltissimo e farci ottenere davvero risultati migliori: nel momento in cui stabiliamo che qualcosa sviluppatosi per caso ci piace e decidiamo di lasciarlo, quell’elemento non è più casuale, perché frutto di una scelta deliberata da parte nostra di lasciarlo così com’è, perché funziona. E sebbene il suo arrivo sia stata una fatalità, l’averlo riconosciuto non lo è affatto.

La visibilità. La prima cosa che generalmente si fa in presenza di un errore è quella di prendere subito la gomma da cancellare. Invece sarebbe utile, ogni tanto, limitare le cancellature lasciando l’errore visibile: questo ci consente di non correre il rischio di replicarlo, per aggiustare il tiro in maniera più decisa, sicura e soprattutto attendibile. In un secondo momento, possiamo anche decidere di lasciare quell’errore visibile, se (vedi sopra) conserva un discreto fascino. Una serie di disegni che ho realizzato nel 2016 era proprio dedicata al fascino dell’errore lasciato visibile e si chiamava “Il Divin Danno”. Nel disegno, il Divin Danno è tutto quel bagaglio di sofferenza che ha portato un’opera ad essere ciò che è. L’imperfezione, ed è un vecchio discorso, non ci rende affatto meno belli, nonostante si cerchi di insegnarci il contrario. Non trovate?

L’economia. Nel disegno, una strategia utile in presenza di un errore è quella di cancellare in economia. Non significa risparmiare sulla gomma, ma scegliere cosa ci costa meno modificare. Ebbene si: non è barare, ma ponderare. Il rischio è quello di accanirsi prima e frustrarsi poi, per aver abbandonato qualcosa di buono in funzione di un risultato di cui non siamo convinti e infine abbandonare l’impresa per un eccesso di delusione. Dunque ricordate di lasciar andare solo ciò che vi costa meno abbandonare.

Non tutti gli errori nel disegno vengono per nuocere, quindi, e quando arrivano possiamo sempre trovare un modo per volgerli in nostro favore: col tempo impareremo dai nostri errori a sbagliare meglio.

 

Impara a disegnare in tre giorni (anche se parti da zero e pensi di non avere talento)

Un corso di disegno molto speciale

24H Drawing Lab è l’unico corso in Italia che ti consente di imparare a disegnare in soli tre giorni anche se parti da zero o pensi di non avere talento, al costo migliore sul mercato. Un corso intensivo per chi non ha alcuna preparazione tecnica e vuole incrementare le proprie capacità in poco tempo, o per esperti che vogliono approfondire metodi innovativi legati alla percezione visiva. Basato sul Metodo Edwards, aiuta a naturalizzare il disegnare come si è naturalizzata la guida o la lettura. Dura 24 ore, ha un costo di 160,00 euro e inizia e finisce in un weekend di tre giorni (venerdì, sabato e domenica), oppure in due weekend di quattro giorni (sabato e domenica).

Il materiale viene interamente fornito e resta dello studente a fine corso. Inoltre, gratuitamente e in base alla disponibilità dei posti si può partecipare ai corsi successivi per disegnare in compagnia e continuare a esercitarsi.

Previste agevolazioni e sconti per gruppi, convenzioni con B&B per chi viene da fuori Roma e corsi individuali. Ideale anche per bambini dai nove anni in su.

Prossime date:

Roma, 12-13-14 Gennaio 2018
Roma, 17-18/24-25 Febbraio 2018 (2 weekend)

Info e iscrizioni: s.spizzichino@gmail.com – 338 49 15 242

Sito web: http://www.24hdrawinglab.com

Blog: http://www.24hdrawinglab.wordpress.com

Decorated Christmas tree closeup

Decorated Christmas tree closeup

La nostra pagina Facebook ha raggiunto i 1.000 like. ❤️Mille appassionati di disegno che hanno scelto di restare informati su tutto ciò che ruota attorno a 24H Drawing Lab. Questo ci riempie di orgoglio e per celebrare questo piccolo traguardo abbiamo deciso di ringraziarti con una promo ad hoc: dal 1 al 23 dicembre ricorda di indicare nel form d’iscrizione – oltre al mese di frequenza che ti interessa – anche il codice d’ordine 1000GRAZIE* nello spazio “iscrivimi al mese di”. Potrai così regalarti (o regalare) un Gift Voucher per il corso più sghinderleo del pianeta terra a prezzo scontato!

*I nostri gift voucher non hanno scadenza: compra oggi a un prezzo speciale e vieni quando vuoi!
(Offerta valida solo sui Gift Voucher e non cumulabile con altre promozioni in corso.)

Buon anno dal Drawing Lab!

new_year_2018_color

A tutti i nostri followers e appassionati di disegno, a tutti quelli che stanno ancora cercando una strada creativa e a quelli che l’hanno già trovata… Insomma, a tutti voi che ci seguite auguriamo un anno fantastico e un Buon 2018: perché sia creativo, colorato e costellato di felicità!

24H Drawing Lab

DISEGNATI … PER LE FESTE!

Tempo di feste… E tempo di giochi da tavolo! Abbiamo individuato per voi i migliori party-game contenenti le più improbabili, divertenti e competitive prove di disegno, per trascorrere il tempo con la famiglia e gli amici in allegria!

Il primo della lista non può non essere…

PICTONARY

917NPGyLaAL._SL1500_

Gioco di società per disegnatori incalliti, top della categoria per i giochi con aree creative. E più in generale, è il gioco preferito da chi ama condividere il tempo in famiglia o tra amici! Ideato nel lontano 1985, ha divertito (e continua a divertire) generazioni di appassionati di giochi da tavolo. Lo scopo del gioco è semplicissimo: si gioca a squadre, e ogni squadra deve indovinare la parola o la frase scritta su una carta da gioco, grazie all’abilità dell’artista di turno. Può causare risate irrefrenabili, giocare responsabilmente 🙂

VISUAL GAME

visual-game

Pubblicato nel 1988, lo scopo di questo gioco di società è semplicissimo: far indovinare ai propri compagni di squadra un soggetto… Disegnandolo! Il successo di questo gioco deriva dal fatto che per vincere non basta la fortuna, ma al tempo stesso non è affatto necessario essere dotati di grande talento nel disegnare. Insomma, un territorio assolutamente accogliente anche per chi non ha ancora frequentato 24H Drawing Lab 🙂

CRANIUM

Tra i giochi più recenti pubblicati, risalente al 1998, e di certo tra i più appassionanti. Anche qui si gioca a squadre, ci sono 4 diverse categorie e a seconda del colore della mossa in tabellone i giocatori dovranno azzeccare la parola sulla carta. Non è un gioco propriamente legato al disegno, ma quando capita di doversi cimentare nelle abilità artistiche, l’ironia alla tavola cresce! Nella categoria artistica sapientemente intitolata MICIOLANGELO, troverete anche delle prove di scultura, con una pasta modellabile viola chiamata pasta cranium utile a modellare i soggetti delle vostre carte in attesa che i vostri compagni di squadra capiscano il vostro operato! $_57

SCARABOCCHIO

Per i più piccini… Ma anche per i genitori visto che non ci sono limiti di età! Anche stavolta si deve riuscire a disegnare in un tempo limitato un soggetto da far indovinare ai nostri compagni di squadra… Ma la difficoltà dove sta? L’artista di turno dovrà indossare degli occhialoni buffi che non solo provocheranno la risata generale, ma che servono a ridurre le sue possibilità visive disegnando un po’ a casaccio…  Figuriamoci che disegni vengono fuori!

scatola-scarabocchio

Insomma… Se hai scelto di trascorrere Capodanno in casa tra amici puoi sorprendere tutti portando con te uno di questi divertentissimi giochi… Che tu sappia disegnare o no, non conta. Quello che conta è quella magia dinamica e ironica che il disegno è in grado di instaurare tra tutti i concorrenti!

Buon divertimento!

E tutta la carta, che fine fa?

13919960_1081740611909111_5349514077628484572_o

Riciclaggio carta | Archivio fotografico 24H Drawing Lab

Modestamente di errori al Drawing Lab se ne vedono ben pochi, soprattutto perché come diciamo sempre, nel disegno non esistono errori quanto piuttosto “aggiustamenti di tiro” (ci piace vincere facile!).

Ma se dovessero esserci dei fogli da buttare, che fine fanno?

24H Drawing Lab ricicla sempre la carta che usa: in questa foto potete vedere il nostro processo di lavorazione affinché ogni foglio possa prendere nuova vita ed essere usato ancora: la nostra carta viene lavorata e riciclata interamente a mano per essere utilizzata in diversi modi che non comprendono esclusivamente il disegno.

Per noi che amiamo l’ambiente, tanto quanto odiamo gli sprechi, optare per una scelta green è stato un salto di qualità. Quindi non temete l’errore, perché al Drawing Lab nessun foglio andrà sprecato… 😉

FELICE NATALE DA 24H DRAWING LAB

a4c8282cf218c40b959ce76fc38a44

Con questa bellissima illustrazione di Jane Crowther dal titolo Moon Cat, vogliamo augurarvi un Felice Natale e un sorprendente nuovo anno…

Speriamo che le festività vi portino gioia e tante tante occasioni per trascorrere il tempo con chi amate…

Noi torniamo il 12-13-14 gennaio 2018 con il primo corso del nuovo anno, ma non temete! Potete continuare a contattarci ininterrottamente per prenotare le vostre postazioni al corso più sghinderleo del pianeta Terra!!! 🙂

Info:

s.spizzichino@gmail.com | www.24hdrawinglab.com

Disegnare una cosa, significa immaginarla?

 

 

513815-03-x

Foto: it.opitec.com

Parigi, École nationale supérieure des Arts Décoratifs, ottobre 2004

Professore:“Potete disegnarmi una molletta a memoria per favore?”

(Segue silenzio…)

Con questa bislacca richiesta del mio professore di disegno, nel lontano ottobre 2004 ebbi una delle illuminazioni più illuminanti di tutte le illuminazioni che avrei mai pensato di avere. Vediamo perché.

Rispondo con questo post a una delle vostre domande che sicuramente aiuterà molti di voi a chiarificare un po’ un concetto assai vasto nel disegno, e non sempre di facile comprensione. Partiamo dal presupposto che la storia del disegno è piena di immaginazione, certo può sembrare un’inutile tautologia, ma da Walt Disney a Andrew Loomis, agli illustratori in generale per arrivare ai disegni sui sogni di Fellini, gli artisti si sono da sempre serviti della propria immaginazione, propulsore fondamentale della creatività. Pensiamo anche ai Surrealisti, a Salvador Dalì, Max Ernst o Magritte: sicuramente l’immaginazione gioca un ruolo fondamentale per ogni artista, perché diventa la scintilla che accende l’idea. E non parliamo di chi si serviva di qualche aiutino psicotropo, con l’obiettivo di andare a briglia sciolta.

Immaginazione e disegno vanno di pari passo, quindi, tuttavia non è sempre così soprattutto per quel che riguarda il disegno dal vero, dove “immaginare” può segnare la differenza tra un disegno ben eseguito e uno sul quale dover intervenire.

Che cosa significa “immaginazione?”

Secondo la definizione che ci fornisce la Treccani, l’immaginazione è una “particolare forma di pensiero, che non segue regole fisse, né legami logici […] La facoltà di formare le immagini, di elaborarle, svilupparle e anche deformarle.”

Questa facoltà di formare le immagini può farsi controversa nel momento in cui, davanti a un disegno dal vero che voglio riprodurre in maniera realistica, non faccio esclusivamente riferimento alle informazioni che ho davanti ai miei occhi, ossia tutto ciò che è necessario che io veda, ma inizio a lavorare di fantasia immaginando (inconsapevolmente) proporzioni, forme e linee, senza che queste abbiano un riscontro attendibile con la realtà. Me ne accorgo nel momento in cui è più il tempo che passo a guardare il foglio, che non il soggetto che ho di fronte.

Se da una parte l’immaginazione fervida è prerogativa dei grandi artisti, sono del parere che ogni cosa sia relativa e se al posto di disegnare ciò che vedo io disegno ciò che immagino davanti a un disegno figurativo significa che non sto vedendo le cose come sono realmente. Questo affligge soprattutto i disegnatori in erba, ossia quando hanno più difficoltà a credere a ciò che vedono: si tratta in realtà di stabilire una scrematura tra ciò che vedo e ciò che credo di vedere.

Non è solo nel disegno, che conoscendo troppo bene qualcosa, possiamo inciampare nel rischio di non vederla realmente per com’è e questo significa che dobbiamo necessariamente tenere presente delle coordinate fondamentali non solo quando abbiamo il soggetto davanti, ma anche se non ce l’abbiamo. Il mio insegnante di disegno, in quel lontano e freddissimo ottobre parigino in cui chiese a tutti di disegnare una molletta a memoria, ci stava insegnando a tenere presente non solo la forma da un punto di vista visivo, ma la funzione che ha una molletta. E’ poca cosa, infatti, una molletta ben disegnata, se nel mondo del disegno non possiamo usarla per stendere i panni. Se tengo a mente oltre alla forma anche la funzione di un oggetto, che in anatomia può essere ad esempio la funzione di un muscolo, non avrò difficoltà a disegnarlo, perché non lavorerò di fantasia ma seguirò delle coordinate imprescindibili perché il disegno sia attendibile.

Allora non importa se le mollette vere che ho a casa sono diverse da quella che ho disegnato perché quella, nel mondo del disegno, funzionerà.

Impara a disegnare in tre giorni (anche se parti da zero e pensi di non avere talento)

Un corso di disegno molto speciale

24H Drawing Lab è l’unico corso in Italia che ti consente di imparare a disegnare in soli tre giorni anche se parti da zero o pensi di non avere talento, al costo migliore sul mercato. Un corso intensivo per chi non ha alcuna preparazione tecnica e vuole incrementare le proprie capacità in poco tempo, o per esperti che vogliono approfondire metodi innovativi legati alla percezione visiva. Basato sul Metodo Edwards, aiuta a naturalizzare il disegnare come si è naturalizzata la guida o la lettura. Dura 24 ore, ha un costo di 160,00 euro e inizia e finisce in un weekend di tre giorni (venerdì, sabato e domenica), oppure in due weekend di quattro giorni (sabato e domenica).

Il materiale viene interamente fornito e resta dello studente a fine corso. Inoltre, gratuitamente e in base alla disponibilità dei posti si può partecipare ai corsi successivi per disegnare in compagnia e continuare a esercitarsi.

Previste agevolazioni e sconti per gruppi, convenzioni con B&B per chi viene da fuori Roma e corsi individuali. Ideale anche per bambini dai nove anni in su.

Prossime date:

Roma, 12-13-14 Gennaio 2018
Roma, 17-18/24-25 Febbraio 2018 (2 weekend)

Info e iscrizioni: s.spizzichino@gmail.com – 338 49 15 242

Sito web: http://www.24hdrawinglab.com

Blog: http://www.24hdrawinglab.wordpress.com

Decorated Christmas tree closeup

Decorated Christmas tree closeup

La nostra pagina Facebook ha raggiunto i 1.000 like. ❤️Mille appassionati di disegno che hanno scelto di restare informati su tutto ciò che ruota attorno a 24H Drawing Lab. Questo ci riempie di orgoglio e per celebrare questo piccolo traguardo abbiamo deciso di ringraziarti con una promo ad hoc: dal 1 al 23 dicembre ricorda di indicare nel form d’iscrizione – oltre al mese di frequenza che ti interessa – anche il codice d’ordine 1000GRAZIE* nello spazio “iscrivimi al mese di”. Potrai così regalarti (o regalare) un Gift Voucher per il corso più sghinderleo del pianeta terra a prezzo scontato!

*I nostri gift voucher non hanno scadenza: compra oggi a un prezzo speciale e vieni quando vuoi!
(Offerta valida solo sui Gift Voucher e non cumulabile con altre promozioni in corso.)

FOTO DAL CORSO DI DICEMBRE… E PROSSIME DATE!

newsletter dicembre 2017
Ciao!
Abbiamo chiuso in bellezza il nostro corso prefestivo: in pochi giorni altre persone hanno scoperto il mondo del disegno e sono pronte a camminare senza paura tra le vie straordinarie del sogno che hanno sempre voluto percorrere.
Se anche tu vuoi iniziare l’anno alla grande imparando a fare qualcosa che hai sempre desiderato, iscriviti al corso di disegno più sghinderleo del pianeta: 24H Drawing Lab.
Prossime date

Roma, 12-13-14 Gennaio 2018
Roma, 17-18/24-25 Febbraio 2018 (2 weekend)

Info e iscrizioni: s.spizzichino@gmail.com – 338 49 15 242
Un corso di disegno molto speciale
24H Drawing Lab è l’unico corso in Italia che ti consente di imparare a disegnare in soli tre giorni anche se parti da zero o pensi di non avere talento, al costo migliore sul mercato. Un corso intensivo per chi non ha alcuna preparazione tecnica e vuole incrementare le proprie capacità in poco tempo, o per esperti che vogliono approfondire metodi innovativi legati alla percezione visiva. Basato sul Metodo Edwards, aiuta a naturalizzare il disegnare come si è naturalizzata la guida o la lettura. Dura 24 ore, ha un costo di 160,00 euro e inizia e finisce in un weekend di tre giorni (venerdì, sabato e domenica), oppure in due weekend di quattro giorni (sabato e domenica).

Il materiale viene interamente fornito e resta dello studente a fine corso. Inoltre, gratuitamente e in base alla disponibilità dei posti si può partecipare ai corsi successivi per disegnare in compagnia e continuare a esercitarsi.

Previste agevolazioni e sconti per gruppi, convenzioni con B&B per chi viene da fuori Roma e corsi individuali. Ideale anche per bambini dai nove anni in su.
 
Regala il Drawing Lab a un prezzo speciale!
Decorated Christmas tree closeup
La nostra pagina Facebook ha raggiunto i 1.000 like. ❤

Mille appassionati di disegno che hanno scelto di restare informati su tutto ciò che ruota attorno a 24H Drawing Lab. Questo ci riempie di orgoglio e per celebrare questo piccolo traguardo abbiamo deciso di ringraziarti con una promo ad hoc: dal 1 al 23 dicembre ricorda di indicare nel form d’iscrizione – oltre al mese di frequenza che ti interessa – anche il codice d’ordine 1000GRAZIE* nello spazio “iscrivimi al mese di”.

Potrai così regalarti (o regalare) un Gift Voucher per il corso più sghinderleo del pianeta terra a prezzo scontato!

*I nostri gift voucher non hanno scadenza: compra oggi a un prezzo speciale e vieni quando vuoi!
(Offerta valida solo sui Gift Voucher e non cumulabile con altre promozioni in corso.)