Dal 5 ottobre torna Romics: ecco il programma!

19959117_1137288649737147_2204163309366298335_n

Dal 5 all’8 ottobre 2017 tornerà Romics, rassegna dedicata al fumetto, al disegno e all’animazione, tempio indiscusso per tutti gli appassionati del tema.

Questa edizione sarà dedicata ai Beatles e all’uscita di Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club, ma anche i cinquant’anni dalle loro prime date italiane in concerto. Un progetto realizzato da Romics in collaborazione con Solares Fondazione delle Arti. In mostra l’universo dei Beatles, e tutto ciò che ha scatenato la fantasia e l’interesse dei disegnatori e fumettisti verso una delle band leggenda che ha cambiato la storia della musica. Pubblicazioni e disegni animati che, fino ai giorni nostri, ripercorrono la folgorante carriera dei Fab Four, in chiave disegnata.

Non è soltanto questo l’appuntamento che ci riserva Romics quest’anno, sono infatti moltissime le iniziative di questi giorni: incontri, proiezioni, mostre. Noi non vogliamo farvi mancare nulla, e in questo post abbiamo inserito tutto il programma della manifestazione. Ma prima le info utili:

Dove sta:

Via Portuense, 1645/1647.
00148 – Roma

Telefono (usatelo solo in caso di emergenza, preferite la mail) +39 06 93 96 007

Mail: info@romics.it

PROGRAMMA

GIOVEDÌ 5 OTTOBRE

10.00 Inaugurazione Romics XXII edizione, apertura stand espositivi  in tutti i padiglioni e apertura mostre al pad. 8   I Beatles a Fumetti, I Beatles e le radici del pop: come loro nessuno mai; Fantascienza erotismo ed avventura: tutto il fascino del Far West, di Druuna e ti Tex; Diabolik al Muro: mezzo secolo di locandine, riproduzioni artistiche, poste e manifesti dedicati al Re del terrore.

PADIGLIONE 8 – PALA ROMICS – SALA GRANDI EVENTI E PROIEZIONI

11.30-13.00 Proiezione: Evangelion 1.0 You are (not) alone. Per gentile concessione di Dynit.

15.00-16.30 Proiezione: Steins; Gate -The Load Region of Deja vu. Per gentile concessione di Dynit.

17.00-18.00 Proiezione: Drifters. Per gentile concessione di Dynit. (Visione consentita a minori accompagnati da un adulto)

PADIGLIONE 5 – PALA MOVIE – PALCO COMICS&MOVIE

10.00 Apertura padiglione e inizio incontri ed attività ludiche e didattiche al Romics Kids&Junior

11.00-12.30 Proiezione: Hellsing Ultimate. Per gentile concessione di Dynit. (visione vietata ai minori di 14 anni)

15.30-16.30 Associazione YGGDRASIL presenta: Transilvania, il nuovo libro di Gianluca Villano.

PADIGLIONE 5 – PALA MOVIE – ROMICS KIDS&JUNIOR 

10.00-11.00 Romics Kids Lab presenta: giochi e attività creative I Draghi di Fuoco della collana Il Battello a Vapore. In collaborazione con Edizioni Piemme. A cura di Fiesta Animazione.

10.30- 11.30 Laboratorio: Come si costruisce un fumetto? Lezione tecnica su gabbia, balloon, onomatopee e didascalie. A cura della Scuola Internazionale di Comics con Alessandra Bracaglia.

10.30-11.30 Comics Junior a cura della Scuola Romana dei Fumetti.

11.30-13.00 Gallucci Editore presenta: Come nasce un libro illustrato. Workshop con l’autore Marco Lorenzetti.

11.30-13.00 TunuèLab presenta: Lezione sul fumetto. I generi, i tipi di disegno e tante altre curiosità del mestiere. I bambini disegneranno un personaggio partendo dalle basi con SimonPaolo Mangiameli.

11.30-12.30 Romics Kids Lab presenta: Laboratorio creativo di Diario di una Schiappa e Il Diario di Nikki in collaborazione con Il Castoro Edizioni. A cura di Fiesta Animazione.

14.00-15.00 Giochi e Animazione. In collaborazione con Edizioni Piemme. A cura di Fiesta Animazione.

15.30-18.30 Romics Kids Lab presenta: Laboratorio Creativo. Colora, disegna, ritaglia i tuoi personaggi preferiti. A cura di Fiesta Animazione.

PADIGLIONE 9 – PALA COMICS MEETING&LAB 

10.00 Apertura padiglione e dei percorsi visivi & live performance

11.00-12.00 Focus su Garanzia Giovani, formazione e opportunità lavorative. Interviene Lucia Valente, Assessore Lavoro, Pari Opportunità e Personale della Regione Lazio.

15.00-16.00 Eremon Edizioni presenta Demetra in anteprima con Alessandro Scoccia e Tiziana Trimboli.

PADIGLIONE 6 – PALA GAMES

10.00 Apertura degli spazi di gioco, postazioni videogioco ed intrattenimento Youtuber.

VENERDI’ 6 OTTOBRE

10.00 Apertura stand espositivi  in tutti i padiglioni e delle mostre al pad. 8   I Beatles a Fumetti, I Beatles e le radici del pop: come loro nessuno mai; Fantascienza erotismo ed avventura: tutto il fascino del Far West, di Druuna e ti Tex; Diabolik al Muro: mezzo secolo di locandine, riproduzioni artistiche, poste e manifesti dedicati al Re del terrore.

PADIGLIONE 8 – PALA ROMICS – SALA GRANDI EVENTI E PROIEZIONI

10.30-11.15 I Beatles a Fumetti. I Beatles e le radici del pop: come loro nessuno mai. Incontro con Enzo Gentile Fabio Schiavo, autori del libro I Beatles a Fumetti e curatori della Mostra.

11.15-12.15 Lady Be e L’Arte del Riuso. Crea mosaici contemporanei, icone e ritratti famosi interamente composti da oggetti di recupero trasformandoli in colori.  Incontro con l’Artista Lady Be.

13.00 – 14.30 Proiezione: Hellsing Ultimate. Per gentile concessione di Dynit. (visione vietata ai minori di 14 anni)

14.30-16.00 Proiezione: Steins; Gate -The Load Region of Deja vu. Per gentile concessione di Dynit.

16.30 -18.30 Proiezione Speciale in collaborazione con The Walt Disney Pictures ItalyI Pirati dei Caraibi – La vendetta di Salazar.

18.40- 19.30 Proiezione: Drifters. Per gentile concessione di Dynit. (Visione consentita a minori accompagnati da un adulto)

PADIGLIONE 5 – PALA MOVIE – PALCO COMICS&MOVIE

10.00 Apertura padiglione e inizio incontri ed attività ludiche e didattiche al Romics Kids&Junior

11.00-12.00 Entra nel Mondo di Berlin la serie per ragazzi scritta da Fabio Geda e Marco Magnone. Incontro con l’Autore Marco Magnone. Presentano: Camilla Corsellini e Sabrina Perucca. In collaborazione con Mondadori Libri Editore.

12.00-13.00 La Poesia Grafica di Laura Perez Vernetti racconta la vita di grandi maestri della poesia mondiale, trasponendo graficamente alcune delle loro opere. Incontro con l’Autrice Laura Perez Vernetti.

14.30-15.30 Storia dei robottoni giapponesi: da Mazinga a Gundam. Conferenza a cura dell’associazione GIC- Gundam Italian Club.

15.30-16.30 Il Cosplay e il Cosmaker: da passione a concreta opportunità di lavoro. Workshop con la cosplayer messicana Valentina Hernandez.

16.30-17.30 Accademia Romana D’armi presenta: Intervista al campione Francesco Lodà.

18.00-19.40 Proiezione: Evangelion 1.0 You are (not) alone. Per gentile concessione di Dynit.

PADIGLIONE 5 – PALA MOVIE – ROMICS KIDS&JUNIOR 

10.00-11.00 Romics Kids Lab presenta: giochi e attività creative I Draghi di Fuoco della collana Il Battello a Vapore. In collaborazione con Edizioni Piemme. A cura di Fiesta Animazione.

10.00-14.00 Comics Junior. A cura della Scuola Romana dei Fumetti.

10.30- 11.30 Diamo Vita ai Personaggi! Le espressioni. A cura della Scuola Internazionale di Comics con Alessandra Bracaglia.

11.30-12.30 Romics Kids Lab presenta: Laboratorio creativo di Diario di una Schiappa e Il Diario di Nikki In collaborazione con Il Castoro Edizioni. A cura di Fiesta Animazione.

14.00-15.00 Giochi e Animazione. In collaborazione con Edizioni Piemme. A cura di Fiesta Animazione.

15.30-18.30 Romics Kids Lab presenta: Laboratorio Creativo. Colora, disegna, ritaglia i tuoi personaggi preferiti. A cura di Fiesta Animazione.

PADIGLIONE 9 – PALA COMICS MEETING&LAB 

10.00 Apertura padiglione e dei percorsi visivi & live performance

 

11.00-18.00 Romics @StreetStudio: performance live di David Diavù Vecchiato, cartoonist, musicista, illustratore è uno dei più attivi artisti ed urban artist del panorama italiano. Ha ideato e cura il progetto MURo Museo di Urban Art di Romadal 2010. È co-ideatore della serie Muro in onda su Sky Arte.

10.30-11.30 Time Deal.  Hai promesso di amarla per sempre. Ma quanto può durare l’eternità? Incontro con l’autore Leonardo Patrignani. In collaborazione con DeA Planeta Libri. Presenta Francesca Rosini.

12.00- 13.00 Scuola Romana dei Fumetti e Asilo Savoia presentano: Talento & Tenacia. Quando il Fumetto incontra il sociale. Intervengono: Massimiliano MonnanniMassimo Vincenti e Riccardo Colosimo. Partecipa: Daniele Frongia, Assessore allo Sport, Grandi Eventi e Politiche Giovanili del Comune di Roma.

13.30-14.00 Diego Vida e il mestiere della computer grafica per giovani e studenti.

14.00-15.00 Lampadino e Caramella nel MagiRegno degli Zampa. Proiezione di alcuni estratti di 5 episodi del primo cartone animato accessibile anche a bambini con disabilità sensoriali – progetto Cartoonable. A seguire presentazione dell’iniziativa. A cura di Punti di Vista.

15.00-16.00 Showcase Officina Pasolini. Innovativo Laboratorio di Alta Formazione articolato in tre sezioni: teatro, canzone e multimediale con presentazione del nuovo bando rivolto a giovani diplomati di età compresa fra i 16 e i 29 anni.

16.00-17.00 La Bottega Editoriale di Cagliostro E-Press.

PADIGLIONE 6 – PALA GAMES

10.00 Apertura degli spazi di gioco, postazioni videogioco ed intrattenimento Youtuber.

Durante la giornata di venerdì si alterneranno sul palco: Brazocrew (Illuminati), Kappalicious, Tutubo di YoutubeFCGraxAlessandro MontesiThe Suckerz, Molti Youtuber dal network Divimove: Dragonsteak TVMatteofire97CharliemoonGiopizziSespoMr.Hide  e i giovani talenti romani del network Greaterfool.

SABATO 7 OTTOBRE 

10.00 Apertura stand espositivi  in tutti i padiglioni e delle mostre al pad. 8   I Beatles a Fumetti, I Beatles e le radici del pop: come loro nessuno mai; Fantascienza erotismo ed avventura: tutto il fascino del Far West, di Druuna e ti Tex; Diabolik al Muro: mezzo secolo di locandine, riproduzioni artistiche, poste e manifesti dedicati al Re del terrore.

PADIGLIONE 8 – PALA ROMICS – SALA GRANDI EVENTI E PROIEZIONI

10.30-11.30 Proiezione: Drifters. Per gentile concessione di Dynit. (Visione consentita a minori accompagnati da un adulto)

11.45-12.00 Warner Bros. Entertainment Italia presenta materiali press e promo dei film Geostorm, Justice League, Tomb Raider e Ready Player One.

12.00-13.00 Romics celebra Kevin Jenkins, Supervising Art Director in Industrial Light & Magic Romics d’Oro 2017. Conduce l’incontro Max Giovagnoli.

13.10-14.00 Workshop con il campione mondiale del cosplay Luca Buzzi. Scopri tutti i segreti per realizzare un’armatura in plastica con la tecnica della termoformatura a vuoto.

14.10-14.30 M2 Pictures presenta Renegades: adrenalina e ironia. Intervengono Filippo Magnifico di Screenweek.itGiusy Santoro di M2 Pictures e Max Giovagnoli.

14.30-15.30 Evento Speciale: Francesco Gabbani, straordinario comunicatore e performer. Talk Show con Francesco Gabbani intervistato dal giornalista David De Filippi. Introduce Sabrina Perucca.

16.00-17.30 I Beatles a Fumetti, Incontro/Evento sul caleidoscopico universo dei Beatles. Intervengono Enzo Gentile e Fabio Schiavo, curatori della mostra I Beatles a Fumetti, allestita a Romics, gli autori che hanno contribuito con tavole originali o fumetti alla sezione Omaggio ai Beatles, Eugenio SicomoroMauro De LucaYoshiko WatanabeLady BeMassimo RotundoLaura Perez VernettiSergio Algozzino e Midori Yamane; l’autore del libro Liverpool e il mito dei Beatles Beppe Brocchetta. Coordina Sabrina Perucca.

Grande omaggio musicale e fumettistico ai FabFour con la partecipazione di Mario Pezzolla e Dario Salvatori giornalisti e critici musicali; i musicisti Douglas Meakin e Paolo Tirincanti.

18.00-19.30 Proiezione: Steins; Gate -The Load Region of Deja vu. Per gentile concessione di Dynit

PADIGLIONE 7 – PALA COMICS – SALA OFFICINA DEL FUMETTO

11.00-12.00 Novità editoriali Star Comics 2017/2018. Intervengono Claudia Bovini e Cristian Posocco.

12.00-13.00 10 anni di Rebuild of Evangelion, incontro sulla Nuova Edizione Cinematografica e focus sul primo film della tetralogia di cui ricorre il decennale. A cura di Ilaria Azzurra Caiazza e Filippo PetrucciDistopia Evangelion. Interviene Carlo CavazzoniDynit.

13.15-15.00 Proiezione: Evangelion: 1.0 You are (not) alone. Per gentile concessione di Dynit.

15.00-16.00 La Scuola Romana dei Fumetti presenta: Disegnare Dylan Doga lezione con Emiliano Tanzillo.

16.00-16.30 Proiezione: Peo e i maestri della pittura. Per gentile concessione di Gallucci Editore.

16.30-18.00 Scuola Internazionale di Comics presenta: Sound Design & Music Composition per trailer e cinema. A cura di Luigi Sansò.

18.30-20.00 Proiezione: Hellsing Ultimate. Per gentile concessione di Dynit. (visione vietata ai minori di 14 anni)

PADIGLIONE 5 – PALA MOVIE – PALCO COMICS&MOVIE

10.00 Apertura padiglione e inizio incontri ed attività ludiche e didattiche al Romics Kids&Junior

11.00-12.00 Il Diario di una Schiappa, Sei un fan di Greg? Evento speciale con animazione, giochi e tanto altro.  In collaborazione con Il Castoro Edizioni.  A cura di Fiesta Animazione.

12.10 -13.00 Shockdom presenta: Ho scritto LOL sull’ipad. L’umorismo al tempo dei social con: Sio, Labadessa, Antonucci e Fabbri. Intervengono Stefano AntonucciMattia Labadessa e Sio.

13.15-14.00 Waiting for Shannara 2: presentazione di contenuti speciali in collaborazione con Sky Atlantic. Intervengono: Andrea Suatoni di Screenweek.itRiccardo Dose e Violetta RocksRoberto Rossi Gandolfi di Empire Italia. Modera Max Giovagnoli.

14.05-15.00 Scuola Romana dei Fumetti e Dino Audino Editore presentano: Raccontare a Fumetti. Intervengono: Stefano SantarelliStefano CaselliMassimo Rotundo e Emiliano Tanzillo.

15.10-16.10 J-Pop Manga presenta: La celebrazione dell’universo Tatsunoko! Preview del volume Il Fantastico Mondo Tatsunoko, per scoprire tutto ciò che c’è da sapere su Judo Boy, Yattaman, Hurricane Polymar. Intervengono Werther Dell’Edera e Jacopo Costa Buranelli.

16.15-17.00 Effetti Visivi e Effetti Speciali: workshop ed incontro con Diego Vida e Pietro Tenoglio. Moderano Max Giovagnoli e Marco Lucio Papaleo di Screenweek.it.

17.10-18.00 Scuola Internazionale di Comics presenta: Autori di Manga Italiani! Presentazione del nuovo corso di specializzazione in Euromanga. Interviene Midori Yamane.

PADIGLIONE 5 – PALA MOVIE – ROMICS KIDS&JUNIOR 

10.00-11.00 Romics Kids Lab presenta: giochi e attività creative I Draghi di Fuoco della collana Il Battello a Vapore. In collaborazione con Edizioni Piemme. A cura di Fiesta Animazione.

10.00-14.00 Comics Junior. A cura della Scuola Romana dei Fumetti.

11.00-13.00 Laboratorio: Disegniamo gli animali. A cura della Scuola Internazionale di Comics con Alessandra Bracaglia.

11.30-12.30 Romics Kids Lab presenta: Laboratorio creativo di Diario di una Schiappa e Il Diario di Nikki. In collaborazione con Il Castoro Edizioni. A cura di Fiesta Animazione

14.00-15.00 Giochi e Animazione. In collaborazione con Edizioni Piemme. A cura di Fiesta Animazione.

15.00-19.00 Comics Junior. A cura della Scuola Romana dei Fumetti.

15.30-18.30 Romics Kids Lab presenta: Laboratorio Creativo. Colora, disegna, ritaglia i tuoi personaggi preferiti. A cura di Fiesta Animazione.

16.00- 18.00 Laboratorio: Disegniamo gli animali. A cura della Scuola Internazionale di Comics con Alessandra Bracaglia.

PADIGLIONE 9 – PALA COMICS MEETING&LAB

10.00 Apertura padiglione e dei percorsi visivi & live performance

11.00-18.00 Romics @StreetStudio: live performance  di David Diavù Vecchiato, cartoonist, musicista, illustratore è uno dei più attivi artisti ed urban artist del panorama italiano. Ha ideato e cura il progetto MURo Museo di Urban Art di Romadal 2010. È co-ideatore della serie Muro in onda su Sky Arte.

11.00-12.00 Scuola Romana dei Fumetti e Carocci Editore presentano Il Fumetto e la Divulgazione Scientifica. Intervengono: Antonio Musarò coordinatore delle attività di divulgazione scientifica dell’Istituto Pasteur Italia, Stefano SantarelliFabio Redaelli e Alessandro Telve.

12.00-13.00 Mangasia, tutto il fascino del fumetto orientale. Tavola Rotonda con Paul Gravett, curatore della mostra Mangasia, i due critici di fama internazionale Nicolas Finet e John A. LentErdenebayar Nambaral, autore di BumbardaiNomadic ComicsTatsuya Konoshita, CEO di Showa Holdings Co., Dan Erdenebal executive producer di Bumbardai Project. Introduce Sabrina Perucca.

13.00-14.00 The Shadow Planet: La Retro Sci-Fi tutta italiana. Gianluca Pagliarani e Alan D’Amico, team artistico dell’ultima produzione Radium pubblicata da saldaPress, svelano i retroscena di The Shadow Planet, il fumetto che omaggia i film di fantascienza usciti dagli anni ’50 agli anni ’70. Conduce l’incontro Alessio Danesi.

14.00-15.00 Liverpool e il mito dei Beatles. Presentazione del libro a cura di Beppe Brocchetta.

15.00-16.00 XL Comics: dalle fanzine underground al grande libro della Panini. Incontro con David Diavù VecchiatoAlberto Corradi e Massimo Giacon. Raccontano gli aneddoti del grande volume edito da Panini 9L che raccoglie le storie a fumetti apparse dal 2005 al 2013 sulle pagine de La Repubblica XL.

17.15-18.00 Associazione Italiana Studi Tolkieniani presenta: Scrivere in elfico. Intervengono Sara Gianotto e Roberto Arduini.

PADIGLIONE 6 – PALA GAMES

10.00 Apertura degli spazi di gioco, postazioni videogioco ed intrattenimento Youtuber.

12.00-12.40 Professione Gameplayer: il mondo oltre gli eSport. Intervengono Stefano Cozzi di Riot GamesThomas De Gasperi di Mkers e Filippo Facchetti, Italian Gaming Championship. Modera Glenda Galliano.

14.30-15.15 Effetti visivi per cinema e games. Incontro con il producer Diego Vida.

15.30-15.45 Incontro con Eleonora Olivieri, seguitissima youtuber italiana, autrice del libro Il mio anno pazzescoDeA Planeta Libri.  Intervista a cura di Camilla Corsellini e Francesca Rosini.

16.30-17.10 Storytelling e Game Design: i segreti dietro la sceneggiatura nei videogiochi. Intervengono: Matteo Corradini, Ray Bibbia e The Pills, Mattia Traverso, Fru e The Last Day of June, Filippo Facchetti, giornalista freelance. Modera Glenda Galliano.

Durante la giornata di sabato si alterneranno sul palco lo Special Guest FavijKappaliciousEleonora OlivieriGraxAlessandro MontesiThe Suckerz e molti Youtuber dal network Divimove: Dragonsteak TVMatteofire97CharliemoonGiopizziSespoMr.Hide. Presenti anche i giovani talenti romani del network Greaterfool. Imperdibile Live performance del Rapper Canesecco.

DOMENICA 8 OTTOBRE

10.00 Apertura stand espositivi  in tutti i padiglioni e delle mostre al pad. 8   I Beatles a Fumetti, I Beatles e le radici del pop: come loro nessuno mai; Fantascienza erotismo ed avventura: tutto il fascino del Far West, di Druuna e ti Tex; Diabolik al Muro: mezzo secolo di locandine, riproduzioni artistiche, poste e manifesti dedicati al Re del terrore.

PADIGLIONE 8 – PALA ROMICS – SALA GRANDI EVENTI E PROIEZIONI

11.00-12.00 One Woman Show due chiacchiere con Letizia Ciampa, la voce di Emma Watson in Harry Potter, Bloom in Winx, Susan in Le Cronache di Narnia, Daenerys Targaryen Madre dei Draghi della serie cult Il Trono di Spade. Conduce Mirko Fabbreschi.

12.15-13.15 Cerimonia di Consegna dei Romics d’Oro, Paolo Eleuteri Serpieri, Ben Morris, Shawn Martinbrough e Kevin Jenkins. Interviene il Presidente della Regione Lazio Nicola ZingarettiPremiazione del Concorso Romics Award Illustrazione da Collezione, realizzato in collaborazione con Poste Italiane Filatelia e del Contest L’avventura di Scrivere in collaborazione con Io Scrittore-Gruppo editoriale Mauri Spagnol. Consegna dei Premi agli autori che hanno realizzato la tavola per il progetto I Beatles a Fumetti.

13.15-13.30 Lucky Red presenta materiali press e promo dei film Mazinga Z, Tutti i soldi del mondoLogan Lucky e I Primitivi.

13.30-13.45 Universal Pictures International Italy presenta materiali press e promo dei film L’uomo di neve e Auguri per la tua morte.

13.45-15.00 Romics celebra Paolo Eleuteri Serpieri straordinaria matita creatrice di mondi suggestivi e sensualiRomics d’Oro 2017. Conducono Sabrina Perucca e Giuseppe Pollicelli.

15.30-16.45 Romics celebra Shawn Martinbrough eccezionale autore noir americano che ha collaborato tra gli altri a Batman, Hellboy e Capitan AmericaRomics d’Oro 2017. Interviene Sabrina Perucca. Conduce l’incontro Alessio Danesi.

16.45-17.00 Dimensione Suono Roma presenta: DJ set con Ignazio Failla.

17.00 In attesa della gara cosplay incontro con Luca Buzzi, vincitore dell’International Yamato Cosplay Cup e con Tatiana Motta e Giulia Ghersi, rappresentanti Italiane al World Cosplay Summit di Nagoya.

Romics Cosplay Award, le selezioni internazionali. La grande gara di travestimento e recitazione in collaborazione conWorld Cosplay Summit, International Yamato Cosplay Cup ed Eurocosplay. 

PADIGLIONE 7 – PALA COMICS – SALA OFFICINA DEL FUMETTO

11.00-13.00 L’evoluzione di Lara Croft. La scoperta delle origini di Lara Croft fino all’attuale e moderna rivisitazione della saga. Intervengono Umberto Moroni e Claudio Gabriele.

14.00-15.00 La Scuola Romana dei Fumetti presenta: Il mestiere del Colorista Digitale a lezione con Matteo Vattani.

15.00-15.30 Proiezione: Peo e i maestri della pittura. Per gentile concessione di Gallucci Editore.

15.30-16.30 Scuola Internazionale di Comics presentaOsservazione e narrazione: strumenti per semplificare l’anatomia e il movimento dello spazioLezione di prova aperta a tutti con Emanuel Simeoni, autore Dc Comics.

16.30-17.30 RW Lion presenta: L’arte di Eleonora Carlini. Dal Tardis a BurnsideAutrice di BatgirlGreen Arrow Doctor Who. Le principali novità targate Dc Comics in arrivo in autunno! Modera Salvatore Cervasio.

17.30-19.00 Proiezione: Evangelion: 1.0 You are (not) alone. Per gentile concessione di Dynit.

19.00-19.50 Proiezione: Drifters. Per gentile concessione di Dynit. (Visione consentita a minori accompagnati da un adulto)

PADIGLIONE 5 – PALA MOVIE – PALCO COMICS&MOVIE

10.00 Apertura padiglione e inizio incontri ed attività ludiche e didattiche al Romics Kids&Junior

11.00-12.00 Bugs Comics presenta: Gangster e L’evoluzione della Bugs. Intervengono Gianmarco FumasoliAntonio MlinaricAdriana FarinaGiorgio Spalletta e Riccardo Frezza.

12:00-13:00 Comics, Games e Cartoon: i nuovi scenari della creativitàCome muoversi nell’industria creativa italiana dell’animazione, del fumetto e del videogioco. Nuove tendenze e possibilità. Intervengono: Katja CentomoAndrea Fazzini e Riccardo Corbò. Coordina Mario Bellina.

13.00-14.00 Street Art VS Comics: l’amore tra fumetto e arte urbana dalle origini a oggi. Incontro con i grandi Street Artist David Diavù Vecchiato, Flavio Solo e Maupal (Mauro Pallotta).

14.10-15.00 Shockdom presenta Timed: crossmedialità tra game e fumetti. Intervengono: Lucio StaianoGianluca CaputoGiulio RincioneMarco Rincione e Giuseppe Andreozzi.

15.05-16.00 Cosplay Kids. Piccoli Cosplayer alla conquista del Movie Village.

16.00-16.30 Tutto quello che non sai su Mazinga Z. Presentazione dei contenuti speciali del film con Marco Lucio Papaleo di Screenweek.itRoberto Rossi Gandolfi di Empire Italia e Dario Moccia. Modera Max Giovagnoli.

16.30-17.00 Tutti i “rossi” di IT in collaborazione con Warner Bros. Entertainment Italia. Intervengono Filippo Magnifico di Screenweek.itAntonio Bracco di Comingsoon.it e Roberto Rossi Gandolfi di Empire Italia.  Modera Max Giovagnoli.

17.00-17.30 Mostruosa Universal. Grandi Classici di Cinema e serie Tv in collaborazione con Universal Home Entertainment. Partecipano Filippo Magnifico di Screenweek.it, Roberto Rossi Gandolfi di Empire Italia e Simone Giorgi di Universal Pictures Home Entertainment. Modera Max Giovagnoli.

17.30 -18.30 Scuola Internazionale di Comics presenta: Sound Design & Music Composition per trailer e cinema.A cura di Luigi Sansò.

PADIGLIONE 5 – PALA MOVIE – ROMICS KIDS&JUNIOR

10.00-11.00 Romics Kids Lab presenta: giochi e attività creative I Draghi di Fuoco della collana Il Battello a Vapore. In collaborazione con Edizioni Piemme. A cura di Fiesta Animazione.

10.00-14.00 Comics Junior. A cura della Scuola Romana dei Fumetti.

11.00-13.00 Laboratorio: Disegniamo le Creature Fantastiche. A cura della Scuola Internazionale di Comics con Alessandra Bracaglia.

11.30-12.30 Romics Kids Lab presenta: Laboratorio creativo di Diario di una Schiappa e Il Diario di Nikki In collaborazione con Il Castoro Edizioni. A cura di Fiesta Animazione.

14.00-15.00 Romics Kids Lab presenta: crea il costume del tuo personaggio preferito!

15.00-19.00 Comics Junior. A cura della Scuola Romana dei Fumetti.

15.30-18.30 Romics Kids Lab presenta: Laboratorio Creativo. Colora, disegna, ritaglia i tuoi personaggi preferiti. A cura di Fiesta Animazione.

16.00- 18.00 Laboratorio: Disegniamo le Creature Fantastiche. A cura della Scuola Internazionale di Comics con Alessandra Bracaglia.

PADIGLIONE 9 – PALA COMICS MEETING&LAB

10.00 Apertura padiglione e dei percorsi visivi & live performance

14.30 Live performance di Maupal con il suo Superpopestreet artist ironico e brillante.

11.00-12.00 Proiezione trailer Nefertina sul Nilo, film di animazione prodotto da Graphilm. La Serie Tv animata in 52 episodi da 11 minuti ciascuno, tratta dalla collana di libri All’ombra delle piramidi di Janna Carili Luisa MattiaLapis edizioni. Segue presentazione del progetto a cura di Anna Lucia Pisanelli.

12.00-13.00 Dal fumetto al cinema. E ritorno? Intervengono Ivan Silvestrini e Mauro Uzzeo, rispettivamente regista e sceneggiatore di MonolithEmiliano Rubbi, musicista e sceneggiatore; Dario Magini, sceneggiatore e studioso. Coordina Giuseppe Pollicelli.

13.00-14.00 Cuore, amori, passioni e Shojo: Il cammino di Paolo Zeccardo tra Italia e Giappone. Conduce Alessandro Bottero.

15.15-16.15 Disegni migranti – L’immigrazione e l’emigrazione raccontate dal fumetto. Il delicato e attualissimo tema dell’immigrazione, l’emigrazione, le difficoltà dell’inserimento e dell’accoglienza, rappresentato nei molteplici stili di fumettisti e illustratori contemporanei. Speranza, delusione, bianco e nero e colore, dalle voci di autori, editori e del Direttore Generale per gli Italiani all’Estero e le Politiche Migratorie della Farnesina Luigi Vignali. Intervengono: Ilaria Marinelli, (Una Valigia di cartone, Secop edizioni) Marco Ruffo Bernardini (Tunué), Simona Binni (La memoria delle tartarughe marine, Tunué), Paolo Castaldi (Etenesh – Odissea di una migrante, Becco Giallo). Introduce Sabrina Perucca. Coordina l’incontro Alessio Aversa, giornalista RAI.

16.30-17.30 Gallucci Editore presenta: Storie di Giochi. Intervengono Andrea Angiolino e Luca Giuliano.

17.30-18.30 Associazione Italiana Studi Tolkieniani presenta: Illustrare la Terra di Mezzo. Come l’immaginario Tolkieniano si è evoluto negli anni. Intervengono: Sergio Lombardi e Alessandro Bottero.

 PADIGLIONE 6 – PALA GAMES

10.00 Apertura degli spazi di gioco, postazioni videogioco ed intrattenimento Youtuber.

11.30-12.10 Riot Games. La nostra sfida: promuovere la sportività nei giochi onlineStefano Cozzi di Riot Games incontra il pubblico per discutere con loro di cause, effetti e rimedi del bullismo nel mondo dei videogiochi. Conduce l’incontro Glenda Galliano.

Durante la giornata di domenica si alterneranno sul palco gli Special Guest Mates con VegasSt3pNySurrealpower e Anima e poi SodinKappaliciousTutubo di YoutubeFCGraxAlessandro MontesiThe Suckerz. Molti Youtuber dal network Divimove: Dragonsteak TVMatteofire97CharliemoonGiopizziSespoMr.Hide, i giovani talenti romani del network Greaterfool, gli amatissimi Actual. Le Imperdibili Live performance del Rapper Canesecco e calcio freestyle con I due Bomber del freestyle.

Annunci

I PALADINI DELL’ARTE IN TV

Se col rientro dalle vacanze improvvisamente non avete più tanto tempo per i musei, cosa c’è di meglio di una serata trascorsa sul divano a guardare il top della televisione per l’arte e la cultura? Per questo motivo abbiamo creato una piccola lista di personaggi televisivi da tenere a mente, in modo da darvi qualche suggerimento sui programmi che riteniamo più esaustivi e interessanti. Alcuni di questi programmi vanno in onda in orari un po’ strani. Ma per fortuna oggi abbiamo a disposizione molte repliche… Per questo motivo, gli orari spesso possono differire da quelli riportati in questo articolo. Per non perdere gli appuntamenti con i paladini dell’arte, vi consigliamo di consultare direttamente il sito ufficiale delle rispettive emittenti.

SIMON SCHAMA E IL POTERE DELL’ARTE

Tutti i grandi della pittura in un unico speciale contenitore. Van Gogh, Rothko, Turner, Caravaggio, David. Simon Schama, storico dell’arte e professore universitario alla Columbia University, ci racconta con una scelta azzeccata e personalissima l’origine di alcuni dei grandi capolavori della pittura. Artisti rivoluzionari e tempestosi, che in comune hanno certamente il fatto di aver scalfito indelebilmente il frammento d’epoca in cui vivevano. Schama parte da un dettaglio apparentemente invisibile, e mette in piedi una puntata fatta di piccole osservazioni e ornamenti rivolti a mettere insieme in un unico grande puzzle la grandezza degli autori trattati, concentrandosi sulla loro opera. Gli autori che amiamo di più forse, come non li abbiamo mai visti. Rai 5, il mercoledì alle ore 19:20.

1476092505077_caravaggio sCHAMA Rai Play

Simon Schama | Fonte: Rai Play

I TESORI DI ALASTAIR SOOKE

Questo programma è tra i più intercettati dagli insonni, infatti va spesso in onda nelle ore più piccole, ma sono previste molte repliche delle puntate i giorni successivi alla messa in onda. La sua breve serie di appuntamenti tratta i tesori dell’Antica Roma, dell’Antica Grecia e dell’Antico Egitto. Alastair Sooke è assolutamente magnetico. Inglese, critico d’arte classe 1981. Il suo programma ha un taglio fresco, dinamico e accattivante; certamente saprà coinvolgere anche gli spettatori meno attenti. Su Rai 5, in replica il lunedì mattina alle 8:50.

stonehenge_2946241bSOOKE source Telegraph

Simon Alastair Sook | Fonte: Telegraph

ALBERTO ANGELA, ULISSE IL PIACERE DELLA SCOPERTA

In onda il sabato alle 21:10 su Rai 3. Non ha certo bisogno di presentazioni il grande Alberto Angela, a cui dobbiamo non solo il livello alto dei programmi proposti, ma anche la massiccia opera di valorizzazione culturale promossa nel nostro Paese. Grazie al suo programma riusciamo a farci largo nei luoghi solitamente inaccessibili, come i depositi dei Musei Capitolini. Il conduttore ci porta con garbo a ripercorrere le tappe storico-artistiche del nostro Paese. Non si tratta di semplici puntate televisive di un programma indubbiamente ben fatto, ma di veri e propri viaggi indimenticabili nell’arte, in grado di accendere mille lampadine nella mente degli spettatori.

ulisse_alberto-angela fonte tv blog

Alberto Angela | Fonte: TvBlog

VIAGGIARE ATTRAVERSO IL TEMPO, CON TRANS EUROPE EXPRESS DI MICHAEL PORTILLO

Un programma certamente originale, che sfrutta il viaggio per parlarci di arte, cultura e società… Sfruttando una guida turistica pubblicata nel 1913! Michael Portillo – alla sua quinta stagione per la Bbc e da noi diffuso grazie a Rai 5 – segue scrupolosamente gli itinerari tracciati dalla guida Bradshaw’s Continental Railway Guide. Grazie a questa trovata originale – e certamente vicina al gusto vintage in forte aumento – ci porta rigorosamente in treno ad attraversare tutta l’Europa alla scoperta della gastronomia, dell’arte e delle sue tante architetture dagli stili più disparati. Il suo atteggiamento è coinvolgente, appassionato e curioso. L’idea sembra essere quella di scoprire l’Europa assieme agli spettatori, e non prima di loro. Sei episodi a stagione, tutti davvero entusiasmanti. Rai 5, il venerdì alle 20:15, ma con molte repliche notturne e mattutine.

p01pqqm9PORTILLO fonte bbc.co.uk

Michael Portillo | Fonte: Bbc.co.uk

 

A LEZIONE DI STORIA DELL’ARTE CON ANTONIO PAOLUCCI

2

Antonio Paolucci | Fonte: Radio InBlu

 

Museo Italia in onda il venerdì su Rai 5 alle 22:20, in compagnia dello storico dell’arte Antonio Paolucci che ci accompagna in visita nei musei più belli della nostra Italia. Un programma il cui scopo non è meramente l’intrattenimento televisivo, ma la possibilità di fare vera e propria didattica dell’arte attraverso uno dei canali preferiti dai telespettatori. Portare non un’aula a casa degli italiani, bensì una vera e propria lezione nei luoghi dell’arte. Il taglio è decisamente accademico, e di altissimo livello. Una nota di merito va anche alla musica che ci accompagna durante le visite: sempre straordinaria.

Tesori di Roma: l’Istituto Centrale per la Grafica

P_20170826_184542

Siamo tornati a visitare la mostra “Perentoria Figura” nella splendida cornice del Palazzo di Via della Stamperia 6 progettato da Giuseppe Valadier, e lo abbiamo fatto con Gabriella Bocconi, che ci ha mostrato lo spazio dedicato alle stampe, con il grande privilegio di poter assistere alla realizzazione di una calcografia. Questo palazzo (ad eccezione del laboratorio che è stato accorpato successivamente) ha la particolarità di aver mantenuto la sua funzione originaria.

Il palazzo nasce cento anni dopo la nascita della calcografia. Valadier quindi, riesce finalmente a dare un luogo definitivo all’istituzione della calcografia. Prima, questo compito era affidato al Palazzo della Propaganda della Fede. Con le incisioni si diffondevano infatti anche – e soprattutto – i concetti religiosi, sintomo di quanto il ruolo comunicativo delle incisioni del passato fosse cruciale. All’inizio era pensato come una stamperia sulla strada, abbellito da delle vetrine (le attuali sale espositive) che mostravano le stampe in vendita. La sala per stampare invece è oggi nei locali che erano le rimesse delle carrozze e dei cavalli della stamperia papale, non facenti parte del progetto originale di Valadier. Tra le attività prioritarie dell’Istituto, oltre alla didattica e alla divulgazione culturale, figura senza dubbio la grande opera di conservazione del patrimonio di matrici custodito: tra queste, spiccano mille rami originali di Piranesi. Da qui infatti, escono le stampe ufficiali delle matrici del grande incisore di Mogliano Veneto.

Pietro_Labruzzi_portrait_of_Giovanni_Battista_Piranesi

 

Pietro Labruzzi, Ritratto postumo di Giovanni Battista Piranesi (1779)

 

Le incisioni da sempre sono state un grande strumento di studio, pensiamo alle incisioni utilizzate nella formazione botanica. Dal Cinquecento, la diffusione delle stampe avveniva tramite piccoli centri privati. Una di queste era la Stamperia De Rossi, che dal Seicento ebbe il monopolio di una serie di immagini legate al papato, come i ritratti dei pontefici, oltre a delle immagini che raffiguravano i luoghi di Roma per far conoscere le sue bellezze al mondo. Nel 1738, la stamperia De Rossi chiude. Al tempo lavoravano con un patrimonio di 9.000 rami (ovvero le matrici), e si trattava di un patrimonio enorme, legato moltissimo alla città di Roma poiché c’era una grande richiesta. La Stamperia De Rossi mette sul mercato questi rami, e la domanda di acquisto fu inizialmente da parte degli inglesi. Ma la richiesta era molta, pensiamo al Grand Tour, e a tutta la gente che visitava Roma per motivi storico artistici. Lo stesso Goethe maturò il desiderio di raggiungere Roma incuriosito dalle incisioni collezionate dal padre che raffiguravano le zone più belle di Roma. Quindi Clemente XII che fa? Intuendo le proporzioni di questo patrimonio e della possibilità di riprodurre infinite immagini, come Stato Pontificio esercita il diritto di prelazione su questi rami e crea la calcografia camerale, che diventerà poi – a seguito dei cambianti storici d’Italia – regia e nazionale. Nasce poi l’Istituto Centrale della Grafica, che si occupa ad ampio raggio dello studio del patrimonio culturale grafico nelle diverse declinazioni: dal disegno, alle incisioni alla fotografia, alle stampe. Il corpo di rami acquisito subì però una drastica censura: dei 9.000 rami della Stamperia De Rossi, 3.000 sono stati rifusi perché veicolavano un contenuto che non era opportuno per una stamperia pontificia, come ad esempio i soggetti erotici.

Tra le cose più curiose che abbiamo visitato durante questa bella giornata c’è sicuramente la stampa di un gioco da tavola dal nome “Pelachiù”… Una sorta di gioco dell’oca, ma che di fatto era un gioco d’azzardo. Autore è Ambrogio Brambilla, il quale fece anche dei ritratti degli autori di teatro.

ASPETTI TECNICI: XILOGRAFIA E CALCOGRAFIA

A questo punto incontriamo il calcografo, Matteo, che ci introduce alla parte tecnica della visita. Capiamo subito la differenza sostanziale tra xilografia e calcografia (nella mostra erano esposte entrambe). Materiali necessari: foglio di carta e matrice da poter riprodurre un numero x di copie. Le matrici sono di due materiali: legno, e metallo. Che differiscono non solo per tipo di lavorazione, ma anche per il risultato finale. L’immagine viene inchiostrata per essere poi trasferita sul foglio di carta. La tecnica di incisione che nasce per prima è la xilografia, ricavata nel legno, materiale semplice da lavorare e facile da reperire. Basta tagliarlo, levigarlo. Si incide anche molto facilmente. Nasce in Oriente, proprio come la carta. Questo permette una diffusione delle immagini molto più ampio.

P_20170826_175546

 

Matrice in legno per xilografia.

 

La carta è pratica per scrivere e più economica della pergamena. Le immagini sono la prima cosa che viene riprodotta, i testi solamente nel quattrocento, ovvero dopo l’introduzione della stampa a caratteri mobili. La xilografia viene lentamente ma inesorabilmente soppiantata dall’incisione su metallo, ovvero la calcografia. Che essendo su metallo ha dei vantaggi notevoli, uno fra tutti è la gamma espressiva tonale e capacità di dettaglio che nella xilografia non è attuabile. Per gli artisti diventa quindi un mezzo di espressione privilegiato per divulgare le proprie opere. All’inizio della calcografia si ragionava ancora in termini xilografici, ricavando i bianchi dai solchi, ma era faticoso trasferire questa modalità su metallo. Poi si è finalmente intuito che utilizzando un metodo perfezionato si poteva ottenere la stampa da un disegno inciso.

P_20170826_175557

 

Matrice in metallo per calcografia.

 

La pressione esercitata nella calcografia deve essere molto più forte, poiché il materiale non è duttile come il legno. La derivazione della lavorazione nell’incisione è dalla gioielleria. Non entriamo troppo nello specifico per quel che riguarda gli aspetti tecnici, perché vi consigliamo vivamente di andare a vedere Matteo all’opera, mentre esegue una calcografia di grandissima qualità tecnica! Si tratta infatti di un’operazione di grande precisione e di alto artigianato allo stesso tempo, per la quale vengono utilizzati macchinari che risalgono alla metà dell’Ottocento. Se ve lo siete perso sabato scorso, potete rimediare 🙂

P_20170826_182959.jpgP_20170826_180359

PROSSIMI EVENTI:

Domenica 03/09/2017 orario 15/19 

ingresso alla stamperia storica dell’Istituto

ore 16.00 visita guidata e prova di stampa in Stamperia (potranno partecipare alla visita non più di 20 persone: si consiglia di presentarsi 15 minuti prima dell’evento, esibendo un documento di identità)

ore 17.30 visita guidata e prova di stampa in Stamperia (potranno partecipare alla visita non più di 20 persone: si consiglia di presentarsi 15 minuti prima dell’evento, esibendo un documento di identità)

Giovedi 07/09/2017 orario 15/22 

Palazzo Poli Sala Dante “Festa di compleanno di Giuseppe Gioacchino Belli

ingresso alla stamperia storica dell’Istituto

ore 16.00 visita guidata e prova di stampa in Stamperia (potranno partecipare alla visita non più di 20 persone: si consiglia di presentarsi 15 minuti prima dell’evento, esibendo un documento di identità)

ore 17.30 visita guidata e prova di stampa in Stamperia (potranno partecipare alla visita non più di 20 persone: si consiglia di presentarsi 15 minuti prima dell’evento, esibendo un documento di identità)

ore 20.00 visita guidata e prova di stampa in Stamperia (potranno partecipare alla visita non più di 20 persone: si consiglia di presentarsi 15 minuti prima dell’evento, esibendo un documento di identità)

INFO:

http://www.grafica.beniculturali.it/in-evidenza/aperture-estive-straordinarie-8499.html

 

THE BIG DRAW 2017 | Il più grande festival di disegno del mondo!

20248298_10211723579337525_3756437271375452556_o

Dal 16 settembre al 15 ottobre, in tutta Italia si terrà il festival di disegno più grande del mondo: The Big Draw.

The Big Draw è un’associazione a scopo benefico che nasce nel Regno Unito anni fa e che da due anni, grazie a Fabriano, viene organizzato anche in Italia.

Per partecipare potete inviare una mail a thebigdraw@fabriano.com.

Qual è la sua missione?

Semplice: portare il disegno nel mondo e farlo conoscere come mezzo di espressione non verbale. Il disegno è un linguaggio universale che aiuta l’apprendimento e la comunicazione tra le persone. The Big Draw è una grande festa che onora il disegno in ogni sua forma, dedicato ai più giovani, agli adulti e ai meno giovani… insomma proprio a tutti! E non serve saper disegnare. 😉

Tutte le informazioni sull’iniziativa in Italia potete trovarle qui:

Evento Facebook

The Big Draw

Fabriano

 

L’arte è per tutti?

L’arte non è solo comprensione dei contenuti e analisi storica, ma anche sentimento. Le sensazioni legate all’apprezzamento della forma, per esempio, o all’empatia generata nel fruitore per i temi affrontati, o più semplicemente il senso di elevazione provocato dall’aver visto qualcosa che ci ha arricchiti intellettualmente, sono condizioni favorevoli per accrescere il nostro “sentimento d’arte” . Sentimento e empatia sono caratteristiche innate del genere umano, quindi mi sembra assodato che: sì, l’arte è senza dubbio per tutti. O meglio: a disposizione di tutti. Ma le strade che portano a vivere pienamente l’esperienza d’arte, sono tante. Sentirsi espulsi a priori da un ambito che – anche a causa di certi intellettualismi forzati di artisti che non mirano tanto alla comunicazione, quanto all’autoaffermazione – può provocare nell’utente un certo fastidio, lieve ma costante. Ma se ci troviamo in conflitto con l’arte, possiamo indagare un po’ la natura del problema, invece che restare in una perenne condizione di reticenza. Forse siamo in conflitto con gli artisti? E’ un problema di linguaggio visivo? Ci infastidisce che l’artista spesso voglia SOLO infastidirci?

L’arte e i suoi artisti, non devono piacerci per forza. Non siamo necessariamente persone migliori se conosciamo tutto di questo ambito. Ci sono stati tanti artisti che assumevano comportamenti deprecabili. Eppure erano in qualche modo ambasciatori della cultura. Ci sono tante cose da conoscere in effetti, e – come diceva il mio grandissimo professore di italiano al liceo: “Al mondo TUTTO è arte. O almeno tutte le cose più belle lo sono. Tutte le cose più noiose al mondo, per fortuna poche, sono quelle non legate all’arte. La musica è arte. Creare una sedia è arte. Intrecciare un cestino di vimini, è arte. La progettazione, è arte. Se al mondo non ci fosse arte, cosa ci resterebbe? La politica, l’economia, e poche altre cose. Ma comunque, anche in questi ambiti l’approccio potrebbe essere creativo”.

Diciamo che l’arte è di tutti, o almeno di chi la vuole. Per sapere se la “vogliamo” occorre però conoscere un pochino i suoi strumenti di lettura per non giudicare a priori.

Documentarsi un po’.

In primo luogo, sapere perché Manzoni faceva i propri bisogni nei barattoli, è un ottimo inizio. Se la prendono sempre tutti con lui, con Fontana e Duchamp, poverini! Pensate che ancora oggi quando i non addetti ai lavori contestano degli aspetti dell’arte, citano sempre la triade Duchamp-Manzoni-Fontana: NOME e COGNOME, pensate! Pensate alla forza della loro opera, e della loro eredità: non conoscono l’arte, ma questi tre… Ah se li conoscono. Appuntiamo subito una cosa: bisogna prima di tutto CONTESTUALIZZARE L’OPERA. Oggi – ma soltanto oggi – un’operazione come quella di Manzoni farebbe ridere chiunque, forse. Ma non possiamo affrontarla come un’opera sfornata nel 2017, perché si tratta di un’opera realizzata nel 1961. Già questo cambia tutto. Cambia tutto perché non avevamo ancora visto nulla, invece oggi siamo abituati a tutto. Ma se pensiamo che si tratta di una serie di 90 barattoli etichettati, numerati e firmati (una tiratura limitata firmata dall’artista), questo discorso torna ad essere incredibilmente attuale. Inoltre, sapere anche che il linguaggio dell’arte cambia negli anni con i nuovi apporti tecnologici, i nuovi materiali, ma anche i cambiamenti sociali è un punto importante da fissare. L’arte dell’ultimo secolo ha investito tanti nuovi linguaggi: è divenuta performace, installazioni site-specific, interventi d’arte, video arte, street-art e digital-art. Se l’ambito è sempre più vasto, bisogna anche dire che ce n’è per tutti i gusti. Scoprire cosa ci interessa e documentarci su quello, è un approccio sensato e riduce il senso di frustrazione legato al pensiero: “Quanta roba non so da dove iniziare”.

manzoni

Piero Manzoni

Sapersi orientare.

Orientiamoci quindi a quello che ci piace. Non importa (almeno all’inizio) avere conoscenze approfondite. Siamo capaci di provare una sensazione, no? Almeno la maggior parte degli individui lo sono 🙂 Mi piace o non mi piace, va anche bene. Se innesca un meccanismo di curiosità costruttiva, per cui iniziamo a fare un po’ di ricerca. E’ interessante fare questo percorso perché indica tante cose anche di noi, del perché ci piace quel genere o quell’artista. Perché siamo vicini a un tema piuttosto che a un altro? Perché ci rendiamo spesso conto che tutto quello che ci piace di più ha determinate caratteristiche? Come vedete non serve una laurea. Basta esser curiosi di noi stessi e ricettivi del mondo che ci circonda.

Trovare la nostra strada.

Ovvero la strada che ci porta al mondo dell’arte. Siamo artisti? Siamo mediatori d’arte (curatori, critici, galleristi)? Siamo collezionisti? Siamo fruitori appassionati? Spesso non abbiamo ancora individuato il modo giusto in cui approcciare a questo ambito. Molte persone si appassionano a un genere, a un’epoca, e poi intraprendono un percorso di studio attento e di giovane collezionismo. Al punto che questo aspetto diventa un percorso irrinunciabile nella bellezza, se per caso non si è soddisfatti del proprio lavoro. L’arte, è anche un investimento. Siamo appassionati di economia? Forse è quello il nostro approccio.

3873315279

Lucio Fontana

Ma riguardo all’astenersi dal mondo dell’arte, occorre anche fare presente un aspetto importante. La resistenza dei fruitori, a volte è mossa da un sentimento di giudizio nei confronti degli artisti. Questo succede perché in questo ambito, come in tanti altri, esistono i furbetti. Possiamo dire che l’artista (quello vero) è un ambasciatore di cultura, propone cambiamenti, sviluppa nel fruitore senso critico correlatamente ai fatti consistenti del mondo. Spesso in Italia l’artista viene considerato un perditempo di buona famiglia, ma generalmente non è così: solo alcuni artisti lo sono. In linea generale, senza che questo assuma l’intransigenza di una regola: diffidate dagli artisti che non sanno o non vogliono parlare del proprio lavoro. Dagli artisti sforna-opere. Dagli artisti che non conoscono il lavoro degli altri artisti. Dagli artisti onnipresenti in cerca di visibilità. Dagli artisti che spettacolarizzano la propria presenza nei posti, anche non legati all’arte (il cliché dell’ubriacone, del ritardatario, del vestito male o in modo eccentrico). Dagli artisti che supervalutano le proprie opere indipendentemente dal coefficiente di vendita. Dagli artisti incapaci di profondità autentica in un confronto di qualsiasi genere. Dagli artisti che copiano meramente il lavoro di altri artisti, precedenti o loro contemporanei (documentarsi è importante!). Perché anche tutti loro, alimentano il pregiudizio di molti su un ambito che sarebbe di per sé meraviglioso. E per colpa di qualcuno, non si fa credito a nessuno.

_

 

Vuoi conoscerci? Prossimi incontri.

 

Disegnamo o disegniamo?

ARCHIVIO OBLIO214

Piccola allieva | Courtesy of ADO

Chi di noi creativi non è stato colto da questo dubbio? L’irrequietudine ortografica aumenta esponenzialmente se si pensa che alcuni correttori automatici – come il T9 per i telefonini – correggono automaticamente “disegnamo” aggiungendo la “i”, e altri dispositivi no, mandandoci ancora di più in confusione.

Perché questo?

Per rispondere a questo interrogativo impellente come la fame notturna, abbiamo deciso di consultare i siti di due istituzioni della linguistica italiana: l’Accademia della Crusca e Treccani. Cominciamo col riferirvi che:

La forma corretta nello scritto prevede la presenza della “i” diacritica, sebbene nel parlato non sia necessaria da un punto di vista fonetico.

Detto questo, nella forma scritta spesso si tende a preferire le forme improprie a vantaggio della sintesi, ad esempio negli ambiti della comunicazione e nel giornalismo. Questo fenomeno, riscontrabile ovunque e in tutte le epoche, nel tempo offre una sorta di nullaosta implicito all’utilizzo delle forme scorrette, in questo caso, facilitata dall’impercettibilità fonetica della “i” in questione.

Dal sito Treccani.it:

Recentemente si è però diffuso l’uso di scrivere le forme dei verbi in -gnare e -gnere anche senza ‹i› diacritica: disegnamo / disegniamo e disegnate / disegniate. Inizialmente rifiutato dai grammatici, quest’uso, attestato, specialmente sui giornali, per lo più tra le forme della prima persona plurale della prima coniugazione, è ormai accettato (a malincuore) a fianco di quello che prevede la ‹i› diacritica.

In buona sostanza ormai, è diventato possibile usare tutte e due le forme nello scritto. Ecco perché alcuni correttori lo modificano, e altri no.

Disegnare senza disegnare

tumblr_nbd3aafUKf1qzfsnio5_1280

Foto: http://geyserofawesome.com/

Al corso di disegno parliamo spesso degli esercizi ideali da fare quando il tempo ci rema un po’ contro. Esercizi tra l’altro contenuti nella nostra fantasmagorica guida scaricabile online gratuitamente.

In questo post vi consiglierò degli esercizi di disegno dove non sarà nemmeno necessario prendere una matita in mano. Starete aggrottando le ciglia con aria di sospetto, ma posso assicurarvi che si può fare allenamento senza nemmeno disegnare, semplicemente perché esercitiamo la visione.

Quando siete in autobus, in metro o in treno (con discrezione eh…) osservate i volti dei passeggeri. Calcolate le proporzioni e divertitevi a fare prove per vedere se i conti tornano. Sarà bello e curioso vedere nei volti più asimmetrici le stesse proporzioni di quelli regolari. Osservate le differenze tra i volti degli adulti e dei bambini, riflettendo sulle diversità e scoprendo sempre cose nuove.

Quando vedete un gatto saltare dal muretto o un cane correre, ma anche un bambino dare un calcio a un pallone per corrergli dietro, immaginate delle linee che accompagnano quel movimento, senza pensare a un potenziale disegno ma soltanto concentrandovi sull’impressione del movimento. In questo modo familiarizzerete con la dinamicità delle cose e incrementerete il movimento nei vostri disegni.

Via via, vi accorgerete che i vostri lavori saranno sempre meno rigidi e sempre più collocati all’interno dello spazio in maniera efficiente.

Fate il gioco più vecchio del mondo: osservate le nuvole immaginando delle figure. Non solo è divertente, ma incrementa anche la nostra capacità immaginativa e perché no, magari potete scattargli una foto e poi stamparvela, per disegnare sopra a quello che avete immaginato.

Ci sono molti modi per non smettere di essere disegnatori, anche quando siete in blocco. Vi ho fatto un breve elenco, ma molti altri potete trovarli voi 🙂

Buona visione disegnatori!

Disegnare tra amici

 

1200px-Pierre-Auguste_Renoir,_Le_Moulin_de_la_Galette

Pierre-Auguste Renoir, Bal au moulin de la Galette. Olio su tela, 1876. Museo d’Orsay, Parigi.

Finalmente, complici i weekend fuori porta, siete riusciti a incontrarvi tutti insieme. Si sa, mettere d’accordo un gruppo di amici per vedersi una sera può essere davvero molto impegnativo. Ma ora eccovi qui, tutti intorno a un tavolo a bere birra fresca e a respirare il piacevole profumo dell’estate fuori in giardino.

Noi di 24H Drawing Lab vogliamo darvi qualche spunto utile per passare del tempo piacevole tutti insieme, e magari spegnare il cellulare accendendo gli animi.

DOPPI RITRATTI

Materiale:

  • Fogli di carta
  • Matite
  • Penne
  • Pennarelli

Posizionatevi uno davanti all’altro con fogli e matite: questo gioco funziona molto bene a gruppi di due e se siete pari vi divertite proprio tutti!

Iniziate a ritrarvi l’un l’altro senza guardare il foglio. State stretti con lo sguardo su di voi (si, vi farà ridere, ma è soprattutto questo lo scopo del gioco 😉 ) e delineate il volto di chi vi sta davanti. Non guardate mai il foglio! Altrimenti sarà meno divertente.

Mentre disegnate, cambiate passando da una matita a una penna, o magari da un pennarello a una matita, insomma: fate casino e non preoccupatevi del risultato, ma seguite l’istinto. L’obiettivo è divertirsi: sarà bello e divertente guardare i vostri ritratti bislacchi!

UNO PER TUTTI, TUTTI PER UNO!

Materiale:

  • Un foglio di carta A3 o carta da imballaggio
  • Materiale da disegno vario (matite, penne, matite colorate)

Rimediate una superficie estesa su cui disegnare, può essere un pezzo di cartone o della carta da imballaggio, o magari un semplice foglio A3. A turno iniziate a disegnare qualcosa aggiungendo elementi (astratti e figurativi, non ha importanza). Giocate a turno, oppure tutti insieme nello stesso momento: sarà bello veder crescere un piccolo fregio realizzato insieme 🙂

VEDO NON VEDO

Materiale:

  • Fogli A5
  • Matite o penne

Ciascun giocatore inizia un disegno creando la testa di un personaggio e posizionandola nella parte superiore del foglio. Poi piega la parte che ha disegnato lasciandone visibile solo la parte finale per agevolare il disegnatore successivo ad agganciare il suo personaggio.

Passate il foglio al vostro vicino sulla destra, mentre il vicino alla vostra sinistra vi passerà a sua volta il suo foglio coperto.

Continuate il disegno iniziato dal vostro vicino con un altro piccolo intervento, dove proseguirete al di sotto della testa, magari disegnando il collo e il torace. Piegate dunque lasciando visibili gli allacci al passo successivo e passatelo nuovamente, mentre ne riceverete un altro, e così via.

Quando avrete finito lo spazio del foglio… srotolate i vostri capolavori e guardate che simpatici mostri avete creato 🙂

E ricordate che per i gruppi di amici il Drawing Lab conviene!

Buon divertimento!

Agnes Cecile | Disegno e gesto

eser_1_pic_b_by_agnes_cecile-d6ij2lw

Foto: http://agnes-cecile.deviantart.com/gallery/23421000/watercolors

Oggi vi facciamo conoscere il lavoro di  Agnes Cecile: in questo video potete vedere come il disegno nasca anche dal gesto, e come il piacere nel realizzare un lavoro sia parte determinante per un buon risultato. Che è davvero ipnotico.

Potete scoprire di più sul suo lavoro seguendo il suo canale YouTube.

24/06/2017 | Disegna a Villa Sciarra insieme a una guida turistica

13529135_1052900011459838_8261683933476388928_n

Sulle pendici del Gianicolo si trova una delle più gradevoli ville di Roma: Villa Sciarra. Nel 2000 sono stati effettuati restauri che hanno riportato all’antico splendore il casino nobile, le diverse fontane che la adornano, il ninfeo eclettico, l’esedra arborea, restituendo alla villa le antiche suggestioni. Disegneremo accompagnati da una guida turistica, viaggiando nel tempo immersi nel verde.

Costo totale:
Euro 15,00 (materali esclusi)
Orario: 10/13

La quota comprende:
– Introduzione storico artistica alla Villa con Dario Danese guida turistica autorizzata di Roma e Provincia
– Workshop di disegno con le insegnanti di 24H Drawing Lab

Regolamento per le visite:
E’ consigliabile presentarsi almeno 15 minuti prima dell’inizio della visita.

​Ricordiamo a tutti gli interessati che la semplice partecipazione su Facebook non potrà essere considerata una prenotazione. Per completare l’iscrizione allo SketchCrawl è strettamente necessario compilare il form di prenotazione “PRENOTA QUI”, sul sito del Drawing Lab nella pagina “SketchCrawl con guida” (http://www.24hdrawinglab.com/sketchcrawl-con-guida.html).

La visita sarà confermata via mail qualche giorno prima, solo se verrà raggiunto il numero minimo di 5 partecipanti. In caso contrario la visita sarà annullata.

E’ possibile disdire la propria partecipazione entro le 48 ore precedenti la visita: i partecipanti che disdiranno dopo tale termine sono comunque tenuti a pagare la quota di partecipazione.

Materiali consigliati:
La tecnica di disegno è libera, tuttavia pensiamo possa esservi utile avere qualche consiglio sui materiali da portare:
– Album da disegno a grana fine per matita, grafite e carboncino
– Supporto rigido (va bene anche un album da disegno con fondo rigido)
– Matite morbide (2B, 5B, 8B)
– Grafite
– Gomma pane
– Gomma da cancellare
– Temperino