FIRMARE, E’ DISEGNARE.

Michelangelo_di_Lodovico_Buonarroti_Simoni_-_Signature

Firma di Michelangelo

Questo è un post a cui tengo particolarmente, e lo rivolgo soprattutto a chi ancora non si è iscritto al Drawing Lab, forse per timore di non essere in grado, o di non avere talento per il disegno.

Prima di tutto voglio dirvi una cosa che dico sempre ai miei studenti, e cioè che tutte le cose sono difficili, prima di diventare facili. Sarebbe come non iscriversi a un corso di francese perché non si parla francese, o a scuola guida perché non si sa guidare!
Naturalmente, prima di imparare a fare qualcosa di nuovo, abbiamo bisogno di qualcuno che ci dia le informazioni necessarie per avere competenze in merito.

Questa piccola premessa mi è necessaria per spiegarvi come possiamo capire se siamo realmente portati a disegnare.

L’arte visiva è un linguaggio non verbale, metacomunicativo ed emotivo, e ognuno di noi è dotato di questo linguaggio: ce ne accorgiamo da molte cose durante la giornata, ad esempio ogni volta che diciamo:”A parole questa persona mi convince, ma qualcosa di lei non mi torna.” Significa che il nostro linguaggio non verbale è attivo e segue la nostra emozione. Tutti noi comunichiamo indipendentemente da quello che diciamo: il nostro sguardo, le mani, i nostri atteggiamenti vengono codificati dagli altri senza che ci sia sempre il bisogno di parlare. Vi immaginate se, facendo una carezza a qualcuno che amiamo, accompagnassimo il gesto con una frase come:”Adesso ti faccio questa carezza, così capisci che io ti voglio bene.”. Che mondo bislacco sarebbe!

In linea generale, ed escludendo complicazioni organiche, se sapete firmare, sapete disegnare e non solo: sapete comunicare emotivamente qualcosa di voi utilizzando un linguaggio metacomunicativo, che è a tutti gli effetti artistico.

Prima di tutto, la nostra firma parte dal primo caposaldo del disegno: la linea. Questa, nella nostra firma è totalmente personale e può dire moltissimo di noi. La firma è talmente personale, che ha valore legale per capire che siamo noi ad aver firmato e non un’altra persona, e dice molto senza troppi giri di parole. Prendete un foglio bianco, e al centro fate la vostra firma: divertitevi a firmare nei modi più diversi e mettetevi in ascolto delle impressioni che vi suscitano quelle firme così diverse.

Ora, indipendentemente dall’attendibilitá di queste informazioni o che queste siano vere o false, ciò che conta è che noi sappiamo giá comunicare qualcosa non verbalmente attraverso la linea, e questa metacomunicazione è esattamente il linguaggio del disegno.

Osservando un disegno di Leonardo, possiamo ricevere emozioni molto diverse, rispetto ad esempio davanti a un disegno di Schiele, eppure nessuno dei due è seduto vicino a noi a descriverci l’opera.

Paul Watzlawick diceva che è impossibile non comunicare: iniziate da una linea e scommetteteci sopra. Potete metterci la firma!

24H Drawing Lab

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...