SEMPRE MEGLIO

Ciao Disegnatori,

molti di voi, finito il corso, continuano a inviarci i propri disegni per chiederci un parere o semplicemente per farci vedere come si sta continuando a progredire. È una cosa che esortiamo sempre a fare e che ci riempie di soddisfazione, tanto che nella nostra sezione del sito Dopo Drawing Lab, chi non ci ha ancora frequentati può vedere i disegni dei corsisti che hanno continuato questo splendido percorso.

Quello che da qualche tempo a questa parte sale all’attenzione, a chi come me si trova ad insegnare, e forse anche perchè dopo più di un anno di vita si può anche iniziare a tirare qualche somma, è un miglioramento ulteriore e sensibile immediatamente dopo il corso. Ossia, gran parte dei disegni che ci inviate segnano un miglioramento evidente e ulteriore, a corso finito.

Io mi sono data due risposte principali, al perchè questo avviene, ma so anche che le motivazioni possono essere molteplici e tutte plausibili:

Disegnare nel proprio ambiente aiuta. Se da una parte è molto divertente disegnare tutti insieme, dall’altra disegnare nella propria stanza, nella propria casa dove ci sono tutte le nostre cose, non ha paragone. Penso che la dimensione intima che si trova nel proprio spazio in cui ci si riconosce, possa essere un fattore determinante quantomeno a rilassarci e disegnare meglio.

Le informazioni date vengono metabolizzate. Al corso vengono fornite numerose informazioni circa il disegnare bene, tanto che si migliora da subito (guardate la nostra gallery a TRE ORE dall’inizio del corso). Queste informazioni vengono prima eseguite in maniera didascalica, mi riferisco alle prime battute, dopodichè vengono elaborate e immagazzinate, un po’ come quando si guida, dove ogni azione viene compiuta separatamente prestando attenzione a ogni cosa, mentre col tempo la nostra mente metabolizza le informazioni e fa interconnettere tutte le competenze tra loro senza neanche doverci pensare. Penso che una volta tornati a casa, si faccia da soli questo scatto ulteriore, e che il miglioramento sensibile che emerge sia una diretta conseguenza di queste competenze che interagiscono spontaneamente tra loro. Ricordo a tutti, visto che mi sembra questa l’occasione, che disegnare è una disciplina che non si può dimenticare, proprio come andare in bicicletta. Una volta che avrete sedimentato questa capacitá, saprete farlo per sempre. Dunque non ci pensate troppo sopra: a marzo l’appuntamento è per il 27-28-29, tre giorni, ventiquattro ore, per imparare a fare qualcosa di nuovo che non dimenticherete mai.

Buon miglioramento!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...