Tiepolo | I colori del disegno

10403107_724279494321893_3838324033162611670_n

Il Drawing Lab non poteva mancare alla mostra di Tiepolo, “I colori del disegno”, a Roma, nella splendida cornice dei Musei Capitolini.

Tiepolo nasce alla fine del ‘600 per cavalcare tutto il ‘700 veneziano diventandone icona. Pittore di straordinaria bravura coloristica e fecondo disegnatore. Questa mostra romana è dedicata esclusivamente ai suoi disegni, eccezionali e di grande modernità: Tiepolo ha una grandissima capacità di ottimizzazione delle informazioni, ed è un po’ quello che ripetiamo spesso al corso, quando parliamo di Gestalt e comprensione della figura nella sua totalità. Sono disegni che spesso nascono per diventare altro, bozzetti preparatori, schizzi, e questo ci permette di osservare una vasta diversificazione di tecniche: dal disegno diretto alle incisioni, ai sagaci interventi cromatici dei bozzetti preparatori.

È una mostra che tutti gli appassionati di disegno (contemporaneo e non) dovrebbero vedere, perchè la bravura di Tiepolo parla semplicemente attraverso l’osservazione diretta. Il gesto, che talvolta chiude in pochi tratti un’intera figura umana, il colore, mai decorativo ma funzionale e di grande modernità.

Vi ricordiamo inoltre, che la mostra non è dedicata esclusivamente al grande artista, morto a Madrid nel 1770, ma anche ai suoi due – di dieci! – figli: Lorenzo e Giandomenico, che seguirono il padre come collaboratori, seppur distinguendosi nello stile. Siamo rimasti molto colpiti da Lorenzo, e qualcuno dei suoi ritratti ve lo mostriamo in questo articolo. Artista e disegnatore di grande impeto e virtuosismo, nella sua ritrattistica ci ha colpiti il disegno a terra rossa, con rialzi bianchi, e chi ci ha frequentati può anche capire perchè. Nella ritrattistica in generale, Lorenzo si distingue per una vena intimista e allo stesso tempo lievemente grottesca, sfumatura forse di eredità paterna.

Giambattista, Giandomenico e Lorenzo, fanno parte di una tradizione artistica che prende vita all’interno della bottega familiare, in quello che con molta probabilità possiamo considerare uno degli ultimi esempi dell’arte veneziana di Atelier.

La mostra, che raccoglie opere cartacee per la maggior parte mai esposte al pubblico, sarà visitabile a Palazzo Caffarelli presso i Musei Capitolini fino al 18 Gennaio 2015. Avete un bel po’ di tempo per vederla, e vi ricordiamo che salvo diverse disposizioni comunali, sarà visitabile gratuitamente ogni prima domenica del mese.

Per informazioni: 06 06 08 –museicapitolini.org

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...