COME FARE ESERCIZI DI GESTURE DRAWING

20110128-e7mift12es8tarupqi7w9ibg3m

Fonte immagine: http://www.charreed.com/2011/01/jan-28-gesture-drawing.html

 

Un gesture drawing è un disegno di rapida esecuzione, orientativamente tra i trenta secondi e i due minuti: il tempo necessario per individuare il soggetto nella sua totalità. Per realizzare un buon gesture drawing, dobbiamo prima di tutto dimenticare la preoccupazione della riuscita di un buon disegno: se ci concentrassimo troppo su questa idea, perderemmo di vista il disegno stesso, e poi impiegheremmo troppo tempo per realizzarlo, il che renderebbe l’esercizio assolutamente inutile.

L’utilità del gesture drawing, infatti, sta proprio nell'”immortalare” con gli occhi un soggetto in movimento, e alcuni di questi disegni vengono realizzati in non più di trenta secondi! Scopo principale è catturare l’essenza del soggetto, e più che una perfetta anatomia, è importante l’idea del movimento di ciò che stiamo osservando/disegnando. Capito? Dunque vediamo come realizzarlo:

Potete andare in un parco giochi ad osservare i cani, i bambini: qualsiasi cosa non stia ferma volentieri è il vostro soggetto ideale. Potete chiedere a un amico/a di posare per voi cambiando posizione ogni trenta secondi, ma vi assicuro che si finisce sempre per impiegarci più tempo del necessario, dunque il mio personale consiglio è di dirigervi in un posto dove non avete scelta, e dove nessuno è realmente intenzionato a posare per voi. Cercate di concludere il disegno nel tempo più breve possibile: più sarete rapidi, più avrete la possibilità di percepire il soggetto nella sua totalità, senza soffermarvi in dettagli. Costringetevi se necessario: passanti, bambini, cani, gatti: tutto ciò che non vi dà la possibilità di soffermarvi a disegnare, vi dà la possibilità di incrementare le vostre capacità in ambito visivo, di raccogliere le informazioni basilari che stanno dietro a ciò che vedete.

Saranno necessari tonnellate di fogli, va bene anche la carta straccia: non badate alla forma nè al risultato infiocchettato: non vi serve l’Accademia. Rilassatevi e cercate fluidità nei movimenti: accompagnatevi con l’avambraccio quando disegnate, non costringetevi a fare movimenti ridotti. Contemplate l’errore iniziale: servono molti errori prima di fare la cosa giusta. Una volta rotto il ghiaccio con i primi disegni (non fateli durare più di una trentina di secondi) non smetterete più di disegnare. Una buona idea è quella di tenere un taccuino di gesture drawings, sarà un modo per archiviarli e vedere i vostri miglioramenti. E poi sono belli da rivedere i taccuini dei disegnatori!

Un guru del gesture drawing è sicuramente Glenn Vilppu, che noi non dimentichiamo mai di citare durante il nostro workshop 24H Drawing Lab: purtroppo possiamo vedere soltanto alcuni estratti delle sue (iiluminanti) lezioni sul suo canale Youtube, ma qualche immagine può sicuramente tornarvi molto utile:

 

Anche Kimon Nicolaides, nel suo celebre manuale “The Natural way to draw” ci dà un bellissimo esempio di gesture drawings.

Non pensate per piccoli numeri:”Ne farò 10? Forse 20?” L’ideale è riuscire a farne il più possibile, almeno centinaia e tutto sommato, se ognuno di questi disegni riuscite a realizzarlo in una manciata di secondi, perchè non dovreste riuscirci?

24H Drawing Lab

Annunci

Un pensiero su “COME FARE ESERCIZI DI GESTURE DRAWING

  1. Pingback: DIE GEGENWART DER LINIE | 24H DRAWING LAB

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...