Cosa mi porto per disegnare in vacanza?

Tempo di vacanze e di viaggi: anche se non serve andare dall’altra parte del mondo per portare con sé la voglia di disegnare, non vuoi assolutamente lasciare a casa il tuo equipaggiamento per vivere al meglio la tua passione, e magari portarti a casa qualche bel panorama disegnato da te.

Certo sarebbe bello portare proprio tutto, ma vuoi per le limitazioni se vai in aereo (niente taglierini per temperare!), vuoi perché è meglio non appesantirti troppo il bagaglio, sei ahimè costretto a fare una dura selezione.

Ma come si fa a selezionare accuratamente il nostro materiale senza rinunciare a nulla?

Dipende da ciò che usi, ma se disegni a matita e vuoi avere una scelta versatile in un minuscolo spazio vitale, ti consiglio di portare con te:

una matita 8B: può essere piuma o può essere ferro (cit.) e ti darà la possibilità di coprire un’ampia gamma di sfumature nel chiaroscuro, che non sarebbe possibile ottenere con una matita meno morbida.

grafite acquerellabile: per stendere il tono medio. Ma se ti va di dipingere, basta passarci il pennello!

uno sketchbook. Magari in formato A5, a spirale, con copertina rigida e una buona grammatura (200Gr). Così non avrai bisogno di supporto se ti trovassi all’aperto. E se volessi acquerellare la grafite, il foglio terrà bene. Controlla nelle specifiche se la carta va bene anche per tecniche ad acqua, così vai sul sicuro.

Un pennellino. Sarà più che sufficiente per dare corpo a fiori, piante e scogli che potrai incontrare in viaggio. Ricorda che è uno sketchbook da viaggio e non la Cappella Sistina: il suo punto forte è l’immediatezza. Talvolta, l’incompiutezza.

Un temperino.

Una gomma da cancellare.

Questo è il materiale di base, ridotto davvero al minimo indispensabile per viaggiare leggero senza farti mancare nulla, ma tu puoi aggiungere a tua scelta ciò che ti ispira di più al momento: una scatola di acquerelli ad esempio, oppure dei pennini. Dopotutto, senza colori che estate sarebbe?

Giovanni Fattori, Silvestro Lega che dipinge sugli scogli, olio su tavola 12,5 x 28 cm

Ma ricordati, in vacanza cerca anche di essere di compagnia. Disegnare è bello, ma se parti tra amici stare seduto tutto il giorno da solo su uno scoglio nel tentativo di sentirti Silvestro Lega ritratto da Giovanni Fattori, non darà la possibilità né a te né a loro di gioire della rispettiva compagnia, e al ritorno vi sembrerà davvero un peccato!

Chiusi i bagagli? Buon viaggio allora!

Annunci